Bologna: condannato a 30 anni il sardo accusato di aver ucciso la compagna



    tribunale_10G.C., 35enne sardo, accusato di aver ucciso la compagna Silvia Caramazza al culmine di una relazione e di averne nascosto il corpo in un freezer a pozzetto nell’appartamento di Bologna dove fu ritrovato il 27 giugno 2013, è stato condannato a 30 anni. Nel processo in rito abbreviato davanti al gup Gianluca Petragnani Gelosi il pm Maria Gabriella Tavano aveva chiesto la condanna all’ergastolo.