Domenica 5 ottobre a Sassuolo presentazione del libro: “Il Vaticano secondo Francesco” di Massimo Franco

Cover-FrancoInizierà domenica prossima, 5 ottobre, in occasione della prima domenica di Fiere d’Ottobre, la rassegna “Sassuolo Capitale incontra” che porterà sul palco allestito in piazza Garibaldi alcune delle eccellenze italiane a stretto contatto con Sassuolo e i sassolesi per discutere d’attualità, fede, costume, sport e storia.

“Sassuolo Capitale – afferma l’Assessore alla Cultura del Comune di Sassuolo Giulia Pigoni – nasce dalla storia ventennale della rassegna culturale delle Fiere, gli Incontri con l’Autore, e pone l’accento su alcune delle eccellenze nazionali che sono al tempo stesso simbolo e valore della nostra cultura. Abbiamo deciso di riportare la cultura in piazza, togliendole quell’alone elitario di cui troppo spesso si circonda e facendola, così, divenire parte integrante di quel grande programma di iniziative che per tutto il mese coinvolgeranno il cuore della nostra città. Il primo di questi incontri abbiamo deciso di dedicarlo in particolare al mondo cattolico e, nello specifico, alla splendida figura del nostro Pontefice”.

Domenica 5 ottobre, a partire dalle ore 16 in piazza Garibaldi, infatti, Massimo Franco presenterà “Il Vaticano secondo Francesco”, una biografia particolare del Pontefiche che parte dall’Argentina ed arriva fino a Santa Marta.

“Santa Marta non è solo residenza del papa a Roma – si legge nella sceda del libro uscito per Mondadori nel Marzo scorso – la scelta di Francesco l’ha trasformata nel simbolo del nuovo cuore del potere vaticano, e nella metafora di una Chiesa che sceglie la “periferia” del mondo: si tratti di quella delle grandi megalopoli o di uno ospizio per malati di colera, voluto da Leone XII e trasformato poi in residenza per i cardinali che partecipano al conclave, ai margini della Città del Vaticano. Così, quando si dice “Santa Marta” si evocano non solo un luogo ma un modello di papato, una cerchia di persone che assecondano la rivoluzione di stile e di governo di Jorge Maria Bergoglio; una sfida alle abitudini plurisecolari della curia romana. Papa Francesco ne ha fatto il simbolo del suo pontificato globale, che ha preso atto della crisi dell’eurocentrismo e del declino del “partito italiano”. Una risposta “eccentrica” a una Chiesa tuttora appesantita dalla crisi degli ultimi quindici ani di immobilismo e di scandali.  In queste pagine Massimo Franco indica come, partendo da Santa Marta, il Vaticano stia riscrivendo la sua strategia, riplasmando la sua agenda di politica internazionale e cercando di eliminare le scorie che hanno messo a rischio la sua credibilità. Santa Marta è una guerra non solo e non tanto contro la vecchia nomenclatura della curia, ma contro una mentalità radicata: è questo il mandato che il conclave ha dato a Francesco”.

Massimo Franco, notista politico del «Corriere della Sera», è membro dell’International Institute for Strategic Studies (IISS) di Londra. Fra i suoi libri: Hammamet, Andreotti, Imperi paralleli (pubblicato da Doubleyday-Random House nel 2009), C’era una volta il Vaticano, La crisi dell’impero Vaticano e Sono postumo di me stesso.

Al termine dell’incontro Massimo Franco sarà a disposizione del pubblico per rispondere alle domande ed autografare copie del suo libro.