La Rete Città Sane – Oms sostiene la ricerca sul coma

Rete Città Sane – Oms conferma il patrocinio e il sostegno a “Vale la pena”, la Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma promossa dall’associazione di volontariato onlus “Gli amici di Luca” e in programma domenica 5 ottobre quando, alle 10, si svolge anche la Festa per il decennale della Casa dei Risvegli Luca De Nigris all’Ospedale Bellaria, in via Giulio Gaist 6 a Bologna. All’iniziativa partecipa la presidente di Rete Città Sane Simona Arletti che sottolinea “come il lavoro della Rete sia prioritariamente rivolto alla prevenzione primaria, ma siamo attenti a come si traduce in pratica l’importante concetto di ‘ambienti capaci di cura e supporto’, come da indicazioni dell’Organizzazione mondiale della salute”.

Per Arletti oggi “è molto importante assicurare continuità assistenziale e adeguatezza degli interventi, perseguendo come obiettivo prioritario il sostegno della permanenza della persona presso il domicilio o le strutture territoriali, nel rispetto della libertà di scelta della persona e della sua famiglia, attraverso una forte integrazione tra i Comuni e le aziende sanitarie per garantire percorsi integrati. La casa dei Risvegli di Bologna – aggiunge la presidente – è un esempio di avanguardia nel realizzare cura e supporto perché si tratta di un centro specializzato ma non ospedalizzato in cui la famiglia è al centro della terapia”.

La “Giornata dei Risvegli”, giunta alla sedicesima edizione e sostenuta anche dall’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, prevede appuntamenti di rilevanza sociale e scientifica con convegni, incontri pubblici, spettacoli teatrali ed eventi sportivi che diffondono la coscienza sulle varie problematiche legate agli esiti delle gravi cerebrolesioni. Sono infatti migliaia le persone che ogni anno entrano in coma per incidenti sul lavoro e nelle strade, per ictus, arresti cardiaci, aneurismi e intossicazioni  La manifestazione ogni anno è un punto di riferimento importante per approfondire con studiosi ed esperti le nuove frontiere della prevenzione, della ricerca, dell’assistenza medica e sociale.

Le iniziative della “Giornata nazionale dei risvegli” prendono il via con lo slogan “Un gran bel giro di vite” coniato dallo storico testimonial Alessandro Bergonzoni, protagonista dello spot in tv e nei cinema patrocinato da Pubblicità Progresso. Per Maria Vaccari e Fulvio De Nigris, genitori di Luca e, rispettivamente, presidente dell’associazione Gli amici di Luca e direttore del Centro studi per la ricerca sul coma presso la Casa dei Risvegli, si tratta di “parole che sottolineano un messaggio centrale: oltre il pietismo, oltre il rammarico e la commiserazione, bisogna ripartire dalle associazioni, da se stessi, da chi vive il problema in maniera diretta, per ribadire la costante necessità di aiuto e di servizi e per cercare di diffondere un nuovo sistema di cure in Italia”.