Previdenza: pagamento contributi Inps domestici entro il 10 Ottobre

“Entro il 10 ottobre dovrà essere effettuato il versamento dei contributi INPS per il proprio collaboratore domestico (colf, badante, baby sitter etc.) relativi al terzo trimestre del 2014”. Lo ricorda in una nota l’Assindatcolf, Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico, componente Fidaldo e aderente a Confedilizia. “L’INPS  – segnala poi l’Associazione – ha messo a disposizione dei datori di lavoro due nuove modalità per il calcolo dei contributi previdenziali obbligatori e per la relativa stampa dei MAV: lo Sportello Automatico per il cittadino (aree di front office delle sedi INPS) cui è possibile accedere attraverso la propria tessera sanitaria e il Contact Center Multicanale (803.164 da rete fissa o 06.164164 da rete mobile) al quale – spiega l’Assindatcolf – è possibile richiedere, seguendo le istruzioni vocali, sia la comunicazione dell’importo dei contributi da versare sia l’invio del bollettino MAV al proprio domicilio”. “Oltre alle due nuove modalità descritte – ricorda l’Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico –  è possibile ottenere un MAV sostitutivo, che riporti gli importi contributivi corretti, collegandosi al sito www.inps.it  o rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito ‘Reti amiche’. Il datore di lavoro – spiega l’Assindatcolf nella nota – potrà utilizzare una delle modalità sopra elencate per calcolare un nuovo MAV con importi differenti dovuti o al verificarsi di un evento straordinario, come ad esempio un infortunio, delle lunghe malattie non retribuite o un’astensione dovuta alla maternità, o per inserire il contributo di assistenza contrattuale della Cas.sa.colf.” “L’INPS  – ricorda infine l’Assindatcolf – ha scelto di inviare in un’unica soluzione i bollettini MAV precompilati in base ai dati retributivi ed orari comunicati nella denuncia di inizio rapporto di lavoro”.

 

Le sedi locali dell’Assindatcolf, i cui indirizzi sono reperibili consultando il sito www.assindatcolf.it  o chiamando al numero verde 800.126.261, sono a disposizione degli interessati per fornire ogni chiarimento.