‘Il significato dei limiti e dei no nella crescita dei bambini’ Al Bla, per il ciclo Orientiamoci

LePaureDegliAdultiSi svolgono al Bla, in via S. Pellico 9, gli incontri ad ingresso libero di ‘Orientiamoci’, ciclo di serate informative su problematiche di tipo psicologico, realizzate grazie alla collaborazione fra Comune di Fiorano Modenese, Associazione Sclerosi Tuberosa e Associazione Italiana Sindrome di Williams. Gli incontri del martedì sera, alle ore 20.45, sono divisi in due cicli: il primo prosegue fino al 21 ottobre, il secondo avrà inizio il 18 novembre e terminerà il 9 dicembre.
L’incontro di martedì 7 ottobre è dedicato al ‘Il significato dei limiti e dei no nella crescita dei bambini’, a cura della Dott.ssa Sonia Pellesi, Psicologa dell’Associazione Bandolo.
L’incontro di martedì 14 sarà: ‘Allenare la mente: se non la usi la perdi (memoria e invecchiamento)’ tenuto dalla Dott.ssa Morena Peggi, Psicologa e Mediatrice Familiare, e quello di martedì 21 ottobre, ultimo del primo ciclo, ‘Malattie rare nell’infanzia e adolescenza: il difficile compito dei genitori e l’inserimento nella società’, tenuto da Manuela Magni, dell’Associazione Sclerosi Tuberosa, Stefano Meschiari, dell’Associazione Italiana Sindrome di Williams, e Maurizio Caminati, della Coop. Sociale Concresco.
Il secondo ciclo avrà inizio martedì 18 novembre con la serata intitolata ‘Tra capricci e coccole: resa incondizionata o occasioni di crescita? L’autorevolezza dell’adulto nella relazione educativa’, guidato dalla Dott.ssa Sonia Pellesi e dalla Dott.ssa Elena Sighinolfi, entrambe Psicologhe dell’Associazione Bandolo, e proseguirà il 25 novembre con ‘Mi capisci? Il ruolo della comunicazione al giorno d’oggi’, a cura della Dott.ssa Morena Peggi, Psicologa e Mediatrice Familiare. Gli ultimi due incontri si terranno il 2 e il 9 dicembre e avranno rispettivamente come tema ‘Le paure infantili’, incontro tenuto dalle due Psicologhe dell’Associazione Bandolo Sonia Pellesi e Manuela Surano, e ‘Crisi e trasformazione dei rapporti di coppia’, a cura della Dott.ssa Morena Peggi, Psicologa e Mediatrice Familiare.