La Regione a Bruxelles con un progetto sui Cluster

La Regione Emilia-Romagna parteciperà il 7 e 8 ottobre agli European Open Days di Bruxelles con il progetto ClusterPoliSEE – Smarter Cluster Policies for South-East Europe, del quale è partner insieme alla Regione Marche, Regione Veneto e ad altri 22 partner dell’area Sud Est Europa.

Insieme all’omologo progetto “Clustrat, New Cluster Concepts for Central Europe”, Cluster PoliSEE guiderà il dibattito tematico “Aumentare l’innovazione attraverso strategie inter-distretto e politiche di Smart Specialisation”. Obiettivo del dibattito è alimentare la discussione sulle future politiche europee di coesione, consentendo lo scambio di idee tra i responsabili politici di livello regionale, nazionale ed europeo ed esperti.

Attraverso il coinvolgimento di 25 partner provenienti da 12 Paesi, il progetto ClusterPoliSEE ha voluto individuare strategie di specializzazione intelligente per lo sviluppo su scala regionale e interregionale di cluster (distretti) ad alto livello di specializzazione e innovazione, che possano accelerare la differenziazione e il cambiamento strutturale verso un’economia basata sulla conoscenza in cui trovino posto tutte le Regioni dell’area Sud Est Europa. Il primo obiettivo del progetto è migliorare la capacità dei responsabili politici regionali di affrontare, prevenire e anticipare il cambiamento, attraverso l’individuazione di linee guida strategiche e la creazione di un sistema di networking che stimoli la cooperazione transnazionale tra regioni.

Durante il dibattito che si terrà mercoledì 8 ottobre al Committee of the Regions saranno illustrati i risultati ottenuti dai progetti Cluster PoliSEE e Clustrat grazie allo sviluppo di nuovi sistemi per l’apprendimento collaborativo delle politiche. Alla luce di questi risultati si discuterà di come strategie regionali intelligenti possono contribuire alla crescita dell’intera area, con particolare riferimento all’impatto delle Industrie Emergenti e delle Tecnologie abilitanti fondamentali.

La Regione Emilia-Romagna ha guidato il primo dei 6 gruppi di lavoro del progetto Cluster PoliSEE, dedicato a Innovazione, Ricerca e Sviluppo (“Innovation, R&D driven Cluster Development). Si è quindi occupata di analizzare, elaborare e sviluppare, a partire da casi di cluster esistenti, politiche e iniziative regional-based, nell’area specifica relativa a R&S e Innovazione. In particolare ha svolto un’analisi approfondita sul distretto biomedicale di Mirandola, uno dei principali casi di successo a livello regionale, sviluppando due focus su:

il Parco Scientifico e Tecnologico Materiali Innovativi e Ricerca Applicata del Mirandolese, un programma di ricerca presentato dalla Fondazione DEMOCENTER-SIPE insieme all’Università di Modena e Reggio Emilia
il Distretto Biomedicale e Protesica, coordinato dalla stessa Fondazione DEMOCENTER-SIPE
Obiettivo dell’analisi è stato comprendere le esigenze delle imprese appartenenti a questi cluster per poter programmare e realizzare progetti e azioni mirate – anche dal punto di vista dei futuri finanziamenti – al rafforzamento strutturale e al miglioramento della competitività del cluster.

Gli OPEN DAYS – European Week of Regions and Cities –, sono nati per permettere alle realtà locali, città e regioni, di mostrare la loro capacità di creare sviluppo e lavoro e di mettere in pratica le politiche europee di coesione, dando prova dell’importanza che il livello locale e regionale riveste per la buona governance dell’Europa.

L’evento è diventato una piattaforma di cooperazione europea per gli esperti dello sviluppo di politiche su scala locale e regionale, con 6000 partecipanti ogni anno e più di 100 workshop e dibattiti, e opportunità di networking (vedi www.opendays.europa.eu). Gli OPEN DAYS sono l’evento chiave dell’EU Regional Policy, che vede nelle regioni le unità spaziali primarie di trasferimento della conoscenza, di costruzione di sistemi innovativi e competitività in grado di attirare investimenti e talenti.