lunedì, 26 Settembre 2022
14.1 C
Comune di Sassuolo
HomeNelle scuole d’infanzia Fism il 36,7% dei bambini di Modena




Nelle scuole d’infanzia Fism il 36,7% dei bambini di Modena

prima_infanziaCostituiscono il 36,7 per cento del totale i bambini che frequentano le scuole d’infanzia Fism di Modena, contro il 27,6 per cento delle comunali; il 18 per cento che frequenta le statali; il 9,7 per cento delle convenzionate e l’8 per cento delle scuole della Fondazione Cresci@mo.

Complessivamente sono 21 le scuole d’infanzia Fism, Federazione italiana scuole materne, per un totale di 74 sezioni in cui sono impegnati 129 docenti, 20 insegnanti di sostegno e 55 a progetto. Con ciascuna di queste scuole il Comune di Modena ha sottoscritto una convenzione che definisce impegni reciproci e quantifica i contributi. A Modena la Fism associa anche nove nidi d’infanzia per un totale di 243 bambini dai 9 mesi ai 3 anni.

Sullo stato di applicazione del Protocollo d’Intesa tra Comune di Modena e Federazione Italiana Scuole Materne per la gestione di un sistema pubblico integrato 0/6 anni si è fatto il punto nel pomeriggio di oggi, mercoledì 19 novembre, durante la commissione consiliare Servizi.

“Le scuole Fism, che accolgono oltre un terzo dei bambini di Modena – osserva l’assessore alla Scuola del Comune di Modena Gianpietro Cavazza – costituiscono un tassello importante dell’offerta scolastica, plurale e aperta, della nostra città e fanno parte a pieno titolo nel sistema misto integrato, dal momento che rientrano in un sistema di concertazione della qualità, che prevede una costante valutazione del lavoro svolto e della qualità del servizio erogato. Il Comitato di Gestione del Protocollo e la Commissione didattica, di cui fanno parte dirigenti comunali del settore Istruzione e rappresentanti della Fism, sono, insieme alle indagini del grado di soddisfazione dell’utenza realizzate dal Comune, gli strumenti attraverso cui si attuano verifiche e controlli. E proprio dalle indagini si evince che la valutazione data dalle famiglie delle scuole Fism è del tutto analoga a quella percepita dai genitori dei bambini che frequentano le scuole comunali”.

In particolare, il voto medio complessivo dato dai genitori delle scuole d’infanzia della Federazione è 8,4 (come per le scuole comunali) con una punta relativa alla parte educativa del servizio a cui la valutazione assegnata è in media 8,7. L’aspetto che incontra il grado di soddisfazione minore riguarda, invece, la voce specifica relativa al costo delle rette, che arriva a 7,1. In ogni caso, in riferimento alla valutazione complessiva della scuola, i giudizi tra 8 e 10 rappresentano quasi l’80 per cento del totale.

Dagli esiti dei controlli realizzati dal Comitato di Gestione del Protocollo e dalla Commissione didattica, risulta tutte le scuole hanno ottemperato alle richieste previste dalla convenzione per quanto riguarda titoli e contratti del personale docente utilizzato, norme di sicurezza e igiene di immobili e attrezzature, valutazione degli standard di qualità.

Inoltre, tra i bambini iscritti alle scuole d’infanzia Fism nell’anno scolastico 2012/2013 anche 306 piccoli in condizione di disagio sociale (74 in più rispetto all’anno precedente). Nello stesso anno sono stati inseriti 22 bambini con sostegno (sette in più rispetto all’anno precedente); in materia la Fism applica l’accordo di programma provinciale e distrettuale per l’inserimento dei bimbi diversamente abili. Sono stati inseriti, inoltre, 224 bambini stranieri, la cui percentuale nelle classi delle scuole Fism è in media del 12,5 per cento.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie