domenica, 25 Settembre 2022
16.5 C
Comune di Sassuolo
HomeCisl ER: 25/11 giornata mondiale di Lotta alla violenza di genere




Cisl ER: 25/11 giornata mondiale di Lotta alla violenza di genere

Spettacoli, fiaccolate, manifestazioni, flash-mob: martedì 25 novembre in tutto il mondo si celebra la ‘Giornata internazionale contro la violenza sulle donne’.

Anche in ER le donne e gli uomini del sindacato Pensionati (Fnp) si mobilitano per dire “basta alla violenza contro le donne, a cominciare nella famiglia, dove subiscono troppo spesso in silenzio senza ribellarsi e denunciare perché il violento è un famigliare”. Sempre più frequentemente emerge anche la violenza ai danni di donne anziane, in famiglia o presso istituti in cui sono ricoverate.

Da qui l’impegno della Fnp, donne e uomini insieme, per aiutare le donne in difficoltà, attraverso l’apertura di centri di ascolto, dove volontari preparati possono indirizzare le vittime presso le strutture e le istituzioni idonee, assemblee pubbliche di sensibilizzazione del problema, incontri con i giovani delle scuole.

Oltre alla legge (oggi lo stalking è reato) e forze di polizia preparate ad affrontare questi reati, il responsabile dei Pensionati Cisl ER Loris Cavalletti non ha dubbi: “Per un forte contrasto alla violenza di genere serve un cambio di cultura.  La donna non deve più essere vista come oggetto o possesso di un individuo”.

“Le Donne impegnate nel sindacato –osserva Lidia Giombini, della segreteria Fnp emiliano-romagnola- lavorano da tempo sul territorio per il contrasto e la prevenzione della violenza contro donne e minori, per abbattere gli stereotipi e per favorire una cultura del rispetto, dell’autonomia e della dignità. L’ estensione e la funzionalità delle reti territoriali costituite da soggetti pubblici e privati possono garantire l’accoglienza delle vittime di violenza”.

In Emilia-Romagna sono 2403 le donne che hanno subito violenza e si sono rivolte~a una Casa o a un Centro antiviolenza~nei primi dieci mesi del~2013. Sono donne tra i 30 e i 49 anni, prevalentemente coniugate o conviventi, all’80% con figli/e, e una scolarità medio alta. Nell’80% dei casi la violenza è compiuta da un partner (fidanzato, convivente, marito) o un ex: una figura dunque nota.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie