venerdì, 7 Ottobre 2022
16.4 C
Comune di Sassuolo
HomeComune di Modena: un bando per la gestione di energia e calore




Comune di Modena: un bando per la gestione di energia e calore

Un contratto di servizio generale per la gestione del calore e fornitura di energia e di elettricità per climatizzazione e illuminazione nei 217 edifici pubblici per i quali il Comune paga la bolletta, con l’obiettivo di rendere più efficiente la gestione, ottenendo anche un risparmio della spesa a carico dell’amministrazione per i prossimi nove anni, e di incentivare investimenti da parte del gestore. Sono le caratteristiche principali del bando di “gestione energia e calore”, cioè del bando di gestione energetica degli impianti termici ed elettrici del patrimonio edilizio del Comune di Modena che l’assessore all’Ambiente Giulio Guerzoni ha presentato alle commissioni consiliari Risorse e Seta lunedì 24 novembre. Il bando, una gara europea molto complessa attualmente allo studio dell’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile in collaborazione con i tecnici del settore Ambiente del Comune, sarà pubblicato a metà del 2015 mentre l’aggiudicazione è prevista per l’autunno.

“Si tratta di uno strumento nuovo e innovativo con il quale il Comune volta pagina nella gestione dell’energia e del calore – spiega l’assessore Guerzoni – con l’obiettivo di rispondere a due necessità: costruire le condizioni per ottenere risparmi energetici ed economici e proseguire nell’opera di efficientamento degli impianti, anche nella chiave del rispetto dell’ambiente, incaricando il gestore dell’investimento. Il vantaggio per il gestore è che per i nove anni di durata del contratto godrà di tutti i risparmi che riuscirà a ottenere mentre il Comune, alla scadenza del contratto, si ritroverà con impianti più nuovi ed efficienti, frutto di investimenti che ora non ci possiamo permettere”.

L’appalto ha un valore complessivo di 70 milioni di euro e prevede la fornitura di energia termica ed elettrica, la conduzione e l’esercizio degli impianti di climatizzazione invernale ed estiva, la manutenzione ordinaria e straordinaria di impianti termici e illuminazione interna, progettazione di adeguamenti normativi e di riqualificazione energetica.

I 217 edifici pubblici sui quali il Comune paga la bolletta sono scuole, strutture sportive, che insieme rappresentano i due terzi dell’intero costo energetico, strutture culturali e sociali, edifici comunali, appartamenti di edilizia residenziale pubblica. Il Palapanini è il primo consumatore da questo punto di vista, seguono Palazzo Santa Margherita (che ospita l’istituto musicale Orazio Vecchi), il Municipio, il direzionale Cialdini 2 e il Sigonio.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie