sabato, 1 Ottobre 2022
20.7 C
Comune di Sassuolo
HomeDomenica 30 Soliera celebra il 70° dei Fatti d'armi di Limidi del...




Domenica 30 Soliera celebra il 70° dei Fatti d’armi di Limidi del 1944

Bisi_Ph-Mirto-BalianiDomenica 30 novembre Soliera celebra una ricorrenza a cui è molto legata: i Fatti d’armi di Limidi del 20 novembre 1944, dei quali quest’anno ricorre il 70° anniversario. Lo farà con una cerimonia a cui parteciperà anche il neo presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini, in una delle sue prime uscite pubbliche nella nuova veste.

Nei difficili e cruenti mesi della Resistenza, Limidi fu teatro di uno dei rari episodi dall’esito positivo. Dopo delicate trattative fra le parti si arrivò allo scambio tra soldati tedeschi fatti prigionieri e decine di civili limidesi rastrellati dai nazifascismi e già disposti per essere fucilati. Grazie anche alla mediazione del parroco don Walter Silvestri, prevalse la volontà di effettuare lo scambio e il massacro venne evitato. L’episodio dimostrò dal punto di vista militare e politico la forza del movimento partigiano, capace di imporre ai tedeschi la trattativa, isolando i fascisti, di fatto esclusi dal negoziato.

Le celebrazioni ufficiali di domenica 30 novembre, promosse dal Comune di Soliera in collaborazione con la Fondazione Campori, il Centro Polivalente di Limidi, l’Istituto Comprensivo, A.N.P.I. e l’Università della Libera Età, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi, prenderanno avvio a Limidi alle ore 10 con la messa nella chiesa di San Pietro in Vincoli cui seguirà la deposizione della corona d’alloro alla lapide sul fianco della chiesa, alla presenza delle autorità cittadine e della banda cittadina Bruni Lugli. Seguiranno, nel piazzale antistante il Centro civico Pederzoli l’inaugurazione del monumento/stele del 20 Novembre 1944, restaurato per l’occasione e il conferimento delle Chiavi della Città di Soliera al commissario politico partigiano Mario Bisi. Classe 1919, Bisi è stato un importante antifascista attivo dopo l’8 settembre. Venne nominato commissario politico del Raggruppamento brigate Aristide.

Dopodiché prenderanno la parola il sindaco Roberto Solomita, il vescovo di Carpi Francesco Cavina, il direttore dell’Istituto Storico della Resistenza Claudio Silingardi, mentre le conclusioni spetteranno al governatore dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie