lunedì, 26 Settembre 2022
14.1 C
Comune di Sassuolo
HomeBologna: “Il presepe bolognese dell'Ottocento tra arte e artigianato”




Bologna: “Il presepe bolognese dell’Ottocento tra arte e artigianato”

GiacomoDeMaria_PresepeSabato   29  novembre  alle  18  presso il Museo Davia Bargellini in Strada Maggiore 44, sarà inaugurata la mostra “Il presepe bolognese dell’Ottocento tra arte e artigianato” che rimarrà aperta fino al 18 gennaio 2015.

In  occasione delle festività natalizie, l’Istituzione Bologna Musei – Area Arte  Antica rinnova l’appuntamento al Museo Davia Bargellini con i presepi in  terracotta  della tradizione bolognese, attraverso una mostra curata da Antonella  Mampieri,  con la collaborazione del Centro Studi per la Cultura Popolare.

La  mostra è incentrata su gruppi presepiali e statuette prodotti a Bologna nel corso dell’Ottocento e mette a confronto alcuni pezzi del museo con sei presepi   appartenenti   ad   un   collezionista  privato,  di  cui  cinque completamenti   inediti.  L’esposizione  permette  di  ammirare  circa  una trentina di opere, mentre nuovi allestimenti mostrano in una luce rinnovata la collezione delle statuette del Museo Davia Bargellini.

Grazie  alla  varietà  di queste opere, è possibile mettere a confronto due filoni  produttivi,  che  a  partire dagli ultimi decenni del Settecento si rivolsero  ad  ambiti  di pubblico diversificato. Infatti una produzione di maggior  prestigio  era  costituita  da raffinate statuette modellate dagli scultori  che  dominavano  la scena alla fine del XVIII e nei primi decenni del  XIX secolo, come Filippo Scandellari, Giacomo Rossi, Giacomo De Maria; queste  piccole  sculture  erano  destinate  a  soddisfare  il  gusto di un pubblico  informato  delle  novità  artistiche  cittadine  e  con  maggiori possibilità economiche.

Parallelamente  esisteva  un  mercato alla portata di un pubblico popolare, che acquistava figurette di dimensioni ridotte o gruppi presepiali composti da  numerosi personaggi, realizzati con stampi in modo seriale da artigiani della  terracotta,  spesso  rimasti  anonimi  e talvolta riconoscibili solo grazie ai loro marchi.

In  occasione  di  questa esposizione, viene anche sottolineato il ruolo di alcuni  personaggi,  come  Gaetano  Catenacci  e Pietro Righi, che, pur non raggiungendo  il  livello qualitativo dei più grandi artisti, si distinsero in   quanto   l’incarico  di  bidelli  presso  l’Accademia  diede  loro  la possibilità  di  trarre ispirazione dall’operato dei maestri della scultura che lì insegnavano.

Elemento   unificante   di   queste   differenti  tipologie  di  presepi  è l’attenzione   mostrata  per  gli  attributi  tradizionali  dei  personaggi rappresentati e per l’aspetto religioso e devozionale.

Visite  guidate  e  attività rivolte ad adulti e bambini accompagneranno la mostra, per avvicinare il pubblico al tema del presepe, che mantiene il suo fascino  attraverso  il tempo sia per la ricca componente simbolica sia per l’alta qualità delle opere con cui lo si mette in scena.

***

“Il presepe bolognese dell’Ottocento tra arte e artigianato” A  cura  di  Antonella  Mampieri  (Istituzione  Bologna Musei | Museo Davia Bargellini)  con  la collaborazione di Gioia e Fernando Lanzi (Centro Studi per la Cultura Popolare)

 Museo Davia Bargellini Strada Maggiore 44 – 40125 Bologna tel. 051 236708 – 051 228821

 

Ora in onda:
________________












Ultime notizie