venerdì, 7 Ottobre 2022
16.4 C
Comune di Sassuolo
HomeNota del PSI di Sassuolo in merito alla politica locale




Nota del PSI di Sassuolo in merito alla politica locale

denaro_euroAbbiamo rispettosamente aspettato che il PD, come concordato, si facesse promotore di un incontro di maggioranza per affrontare insieme il futuro di Sassuolo. L’occasione doveva essere  l’assestamento del bilancio  2014, primo  appuntamento importante per dare identità al bilancio stesso, visto che ha due padri.

Volevamo chiedere alcuni chiarimenti ed aggiustamenti  sul rapporto finanziario  con le scuole private, sulle tasse locali, sulla gestione Hera (è in scadenza il patto di sindacato), sul testamento biologico, sull’acquisto o meno del  Teatro Carani, sulla  gestione delle case popolari, sui  residui attivi che non si riescono a riscuotere, sul rapporto pubblico-privato dell’Ospedale ( liste di attesa,servizi), casa della salute e preparazione nuovo PAL.

Abbiamo da tempo chiarito che facilonerie  e presunzioni nella gestione della cosa pubblica non sono buone cose, la questione SGP è di esempio.

Volevamo capire, per correggere insieme, del perché Sassuolo aveva un  rapporto negativo  tra la spesa storica ed i fabbisogni standard, infatti dai dati del 2010 lo sforamento era  del 9,70 % che in cifra era  di circa 3 mln di euro.

 

Qualche esempio e per comparto:

– l’ufficio tributario, il motore delle entrate,  costava il 32 % in MENO rispetto ai costi standard.

Sarebbe facile dare un nome e cognome al fallimento della lotta alla evasione fiscale.

–  i Vigili Urbani costavano  il 34 % IN PIU’  rispetto allo standard, in assoluto il costo più alto a livello nazionale ed a quanto sembra la forbice è ancora più ampia.

–  la raccolta rifiuti costava  il 31 % IN PIU’  rispetto allo standard.

Roba incredibile se facciamo il rapporto con il costo degli altri Comuni: Sassuolo,aveva  un  costo per abitante di  € 204, Carpi e Mirandola (gestione Aimag) di circa € 125, Modena  (gestione Hera) di  € 147 ,  Formigine, Maranello (ex area SAT, oggi Hera) rispettivamente  di €  150 e 175.

–  Asili nido, a Sassuolo costavano  il 62 % IN MENO dello standard

Forse sarebbe ora  di rivedere il costo a carico delle famiglie a cominciare dalla  gratuità  per quelle  meno abbienti. Ci sono anche centri di spesa che costavano  di più rispetto allo standard, quali i servizi generali con l’11 % , l’istruzione con il 17 % in più .

Sassuolo ha già dato un segnale alle recenti elezioni regionali, la politica attenta deve dare risposte.

(Partito Socialista Italiano Sassuolo)

Ora in onda:
________________












Ultime notizie