sabato, 1 Ottobre 2022
20.7 C
Comune di Sassuolo
HomeMartedì 2 dicembre al Teatro Herberia di Rubiera David Riondino racconta Boccaccio




Martedì 2 dicembre al Teatro Herberia di Rubiera David Riondino racconta Boccaccio

David-Riondino_12Prosegue la stagione 2014-2015 del Teatro Herberia di Rubiera, ideata e promossa dal centro teatrale La Corte Ospitale, martedì 2 dicembre 2014 con Bocca baciata non perde ventura, la Principessa Alatiel e altre storie d’amore di Giovanni Boccaccio, di e con David Riondino, e con il musicista Paolo Ceccarelli.

A distanza da un anno dalle ormai famose trasmissioni radiofoniche condotte dallo stesso Riondino su Radio Tre, il cantautore toscano riprende in mano il Decamerone e ce lo racconta dal vivo, a teatro.

Al Teatro Herberia il pubblico assisterà al racconto in canzoni di varie novelle: Madonna Filippa, che dopo aver dato al marito quel che il marito chiede domanda al giudice che l’accusa di avere un amante “se ho sempre dato quel che gli bisognava, che devo fare di quel che mi avanza? Dovrò gettarlo ai cani? O sarà meglio darlo a un gentiluomo molto innamorato…”eccetera, fino ad essere assolta e portata in trionfo dai Pratesi. E Tancredi e Guismonda, padre innamorato della figlia, che le uccide l’amante e ne mette il cuore in una coppa d’oro, torbida e drammatica vicenda tra il mare e le rose di Salerno. E Annechino, che per amore della sua bella diventa il migliore amico del marito, che finirà letteralmente becco e bastonato; e la Monaca di un convento lombardo, trovata con l’amante e redarguita dalla badessa anch’essa pochissimo casta: per non dire del Falcone di Federigo degli Alberighi, che racconta la nota storia dal suo tragico punto di vista.

“Le novelle, oltre a essere sinteticamente esposte, sono tutte rielaborate in forma di ballata, rispettando suoni e lessico del meraviglioso fraseggio di Boccaccio, scommettendo sulla cantabilità dei racconti: scommessa che modestissimamente, lo dico da cantautore (dice lo stesso Riondino parlando del suo progetto), mi pare di aver vinto o perlomeno pareggiato”.

E le ballate, con le loro cornici, sono inserite in una storia bellissima, anch’essa trascritta in musica: la storia di Alatiel, figlia del Sultano di Babilonia, che naufragò in terra cristiana ed era la donna più bella del mondo. Le avventure e le sventure della bella saracina (che non a caso nella intenzione del Boccaccio è una novella che raccoglie altre novelle), fanno da filo conduttore alle digressioni che aprono alle altre novelle/ballate.

 

Il biglietto di ingresso va da 8 a 14 euro; la prevendita è presso gli uffici della Corte Ospitale, al numero 0522 621133, via mail all’indirizzo segreteria@corteospitale.org, oppure sul sito di vivaticket. Ulteriori informazioni sul sito www.corteospitale.org.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie