Week end e ponte 2 giugno: a Modena tra i musei e piazza Grande


Ghirlandina-ModenaIntorno alle iniziative di “Notti barocche” con cui la città festeggia la riapertura della Galleria Estense, nel fine settimana che con il ponte arriva fino a martedì 2 giugno, Modena si predispone all’accoglienza di turisti e visitatori anche con aperture straordinarie per quanto riguarda Musei civici (chiusi lunedì) e visite ai monumenti, a partire dal sito Unesco di piazza Grande con Duomo e Ghirlandina.

Palazzo dei Musei in largo Sant’Agostino, sabato 30 e domenica 31 è aperto anche di sera e si possono visitare gratuitamente dalle 9 alle 23.30 la Gipsoteca Graziosi al piano terra e i Musei civici d’arte e d’archeologia al terzo piano con le collezioni permanenti e le mostre in corso: “Una risata ci salverà. Modena e la caricatura negli anni della Grande Guerra” e “Le urne dei forti. Storie di vita e di morte in una comunità dell’Età del Bronzo”, dedicata alle Terramare. I Musei civici sono chiusi lunedì 1 e riaprono il 2 giugno dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19. Per informazioni: tel. 059 2033101 (www.museicivici.modena.it). Sempre a Palazzo dei Musei, la Biblioteca Poletti sabato 30 è aperta a ingresso libero dalle 8.30 alle 13 e dalle 14.30 alle 23 (chiuso domenica 31, aperto lunedì 1 dalle 14.30 alle 19, chiuso il 2 giugno). Alla Poletti è in corso la mostra “Fantasmagoriche Expo 1851 – 1900. Architetture effimere e architetture simboliche al tempo delle Esposizioni Universali” che espone figurine, guide e pubblicazioni illustrate d’epoca sul tema. Sbato 30 in biblioteca si proietta il video “Tellurica. Racconti dal cratere”, film collettivo in 10 episodi per raccontare il sisma emiliano del 2012 vissuto dall’interno. Il film è stato interamente autoprodotto dal collettivo Sisma Emilia. Per informazioni: tel. 059 2033372 (www.comune.modena.it/biblioteche/poletti).

Sabato e domenica, oltre a quelle nell’ambito di Notti barocche, ci sono in programma visite guidate a Palazzo Ducale in diverse fasce orarie: sabato alle 10.30; 11.30 e 15.30; domenica alle 9.30 in inglese; alle 10.30 e alle 11.30. La partecipazione costa 8 euro e la prenotazione allo Iat è obbligatoria (059 2032660).

Nel Sito Unesco patrimonio dell’Umanità di piazza Grande, dove si può fare il biglietto unico, da sabato a martedì la Ghirlandina è sempre aperta a orario continuato dalle 9 alle 19 tranne lunedì 1 giugno quando chiude dalle 13 alle 15; all’Acetaia comunale in Municipio, sabato 30, domenica 31 e martedì 2 giugno (chiuso lunedì) visite guidate alle 10.30, 11.30, 15.30 e 16.30; i Musei del Duomo con la mostra su Carlo Magno sono aperti dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 (chiusi l’1 giugno); le Sale storiche di Palazzo Comunale sono visitabili sabato 30 maggio e lunedì 1 giugno dalle 9 alle 19, mentre domenica 31 e martedì 2 aprono dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19; il Duomo è aperto gratuitamente a orario continuato dalle 7 alle 19 tranne lunedì 1 quando chiude dalle 12.30 alle 15.30.

A Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103, Galleria civica e Museo della Figurina sono aperti gratuitamente a orario continuato dalle 10.30 alle 19.30 (chiusi lunedì). Alla Galleria civica ingresso gratuito per visitare le due mostre allestite fino al 7 giugno: nelle sale superiori i disegni, le foto e le grafiche di “Nuove acquisizioni. Inediti e riscoperte dalla collezione”; in Sala Grande, invece, “The cinema show. Fotografie dalla collezione” selezione di immagini consacrata alla settima arte e ai suoi protagonisti (www.galleriacivicadimodena.it).

Al Museo della figurina l’allestimento offre una sintesi dell’avventura delle figurine degli anni ’80 e ’90, tra cartoni giapponesi, televisione e musica, e sport. Spazio speciale per Star Wars. (www.museodellafigurina.it).

Foro Boario Fondazione Fotografia. La mostra Hiroshi Sugimoto. Stop Time, in via Bono da Nonantola fino al 7 giugno, è aperta sabato e domenica dalle 11 alle 19, e martedì dalle 15 alle 19. Ingresso, 5 euro (www.fondazionefotografia.org).

La mostra “Il gusto della contaminazione” a cura di Modenamoremio alla chiesa di S. Carlo, chiusa lunedì, apre gratuitamente dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30.

Il Parco della Terramara di Montale è aperto domenica 31 maggio a pagamento e martedì 2 giugno a ingresso gratuito. Domenica con “Non solo cibo”: dalla concia agli innumerevoli utilizzi della pelle degli animali. Armature, abiti, calzari, ma anche gerle e bisacce, finimenti per la bardatura del cavallo e lacci; la lavorazione della pelle nella Preistoria è anche il tema del laboratorio per bambini “Amici per la pelle” che insegna a realizzare piccoli contenitori. Martedì 2 giugno, invece, il tema è “fusione del bronzo” con sperimentazioni di archeometallurgia. Al centro delle sperimentazioni un oggetto evocativo: la spada, simbolo del potere guerriero. “Le meraviglie del rame” è il laboratorio per bimbi e ragazzi per realizzare braccialetti con il metallo più antico scoperto dall’uomo. Il Parco apre dalle 10 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19 con l’ultimo ingresso un’ora prima delle chiusure. Il biglietto costa 6 euro (4 euro dai 6 ai 13 anni e gratuito fino ai 5 anni e per gli over 65, gratis il 2 giugno). È prevista una serie di riduzioni che si possono trovare, insieme a tutte le informazioni, sul sito del Parco (www.parcomontale.it).

Il Mef Museo Enzo Ferrari è aperto a orario continuato dalle 9.30 alle 19 (ingresso 15 euro, riduzioni e info online museomodena.ferrari.com). Nel cofano giallo “Omaggio a Ferrari e Pavarotti, celebrità mondiali del talento di Modena”. Nella casa natale, l’antica officina del padre di Enzo è oggi Museo dei Motori.

Il Museo casa Pavarotti, in stradello Nava 8, apre a orario continuato dalle 10 alle 19 tutti i giorni (ingresso singolo 8 euro. Il museo, come anche il Mef e tanto altro, rientra nel tour in navetta Discover Ferrari & Pavarotti land che costa 60 euro. Info online www.ferraripavarottiland.it).

Alla Palazzina Vigarani dei Giardini Ducali proseguono tutti i giorni le attività dei “Giardini del gusto e delle arti” con tante iniziative già dal mattino. Il programma è online (piaceremodena.it/giardinidelgusto).

Per informazioni si può contattare l’Ufficio informazioni e accoglienza turistica Iat di piazza Grande, tel. 059 2032660, sempre aperto nei quattro giorni dalle 9 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30 (domenica dalle 9.30).