mercoledì, 30 Novembre 2022
7.1 C
Comune di Sassuolo
HomeCresce l'occupazione in Emilia-Romagna, 20 mila occupati in più nel primo trimestre...




Cresce l’occupazione in Emilia-Romagna, 20 mila occupati in più nel primo trimestre del 2015

Enel-operaiCresce in Emilia-Romagna per il secondo trimestre consecutivo il numero degli occupati, circa 20 mila in più in valore assoluto rispetto al primo trimestre 2014 (+1,1%). Un dato superiore in termini percentuali sia a quello nazionale (+0,6%), che del Nord est (+0,1%). Per il quarto trimestre consecutivo è in calo in regione su base tendenziale il numero delle persone in cerca di lavoro: 14 mila disoccupati in meno nel primo trimestre 2015 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (-7,1%), mentre il Paese nel suo complesso registra una diminuzione per la prima volta dall’inizio del 2011 (-4,2%). Il tasso di disoccupazione regionale scende così all’8,9% (dal 9,6% del primo trimestre 2014).

“Gli indicatori ci mostrano un segnale di ripresa ed è per noi importante che la ripresa parta dall’Emilia-Romagna – dice il presidente della Regione Stefano Bonaccini – E’ fondamentale che la crescita dell’occupazione prenda avvio proprio dai settori produttivi e attendiamo anche i positivi effetti del Jobs Act”.
“Questa ripresa in Emilia-Romagna parte decisamente dal settore manifatturiero di cui resta alta la competitività internazionale, confermando le scelte realizzate su innovazione e internazionalizzazione e la centralità della formazione e delle risorse umane – spiega l’assessore regionale al Lavoro Patrizio Bianchi – Aumenta l’occupazione per il terzo trimestre consecutivo su base tendenziale nell’industria in senso stretto, 13 mila occupati in più,+4,7% rispetto al primo trimestre 2014, nonostante continui ad aggravarsi la situazione del settore delle costruzioni”.
Nell’edilizia in Emilia-Romagna infatti il numero degli occupati scende per la prima volta dallo scoppio della crisi economica sotto la soglia dei 100 mila occupati, segnando un calo dell’11,3% sul primo trimestre 2014. Anche Nord est e Italia registrano un calo (rispettivamente -9,6% e -1,2%).
Nel complesso cala in regione il ricorso agli ammortizzatori sociali: -56,6% l’ammontare di ore autorizzate di CIG rispetto al primo trimestre 2014 e numero di inserimenti nelle liste di mobilità più ridotto dal 2008 (relativamente allo stesso periodo dell’anno). /BM

Ora in onda:
________________












Ultime notizie