domenica, 4 Dicembre 2022
7.1 C
Comune di Sassuolo
HomeUna delegazione di 9 bambini Saharawi accolta dalla comunità di Castelfranco Emilia




Una delegazione di 9 bambini Saharawi accolta dalla comunità di Castelfranco Emilia

Saharawi-castelfrancoUna delegazione di 9 bambini Saharawi  di età compresa tra i 9 e gli 11 anni, è stata accolta dalla comunità di Castelfranco Emilia presso la Sala del Consiglio questa mattina alle ore 11, alla presenza del Vicesindaco Maurizia Cocchi Bonora, dell’Assessore alla Legalità  Giovanni Gargano, del Presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Renzo e di rappresentanti del mondo delle Associazioni: Polisportiva Arci Stalla, Associazione Libera, ANPI, Arci Solidarietà.“I bambini – spiega Cocchi Bonora – fanno parte del gruppo che l’Associazione Kabara Ladgaf accoglie  nei territori della provincia di Modena , garantendo i controlli sanitari necessari e l’opportunità di trascorrere i mesi d’estate in un contesto ambientale più salubre rispetto a quello di provenienza. All’incontro era presente anche una delegazione di giovani profughi , anch’essi ospitati presso il territorio di Castelfranco Emilia, accompagnati dagli educatori della Coop Caleidos che li segue nell’inserimento in attività socialmente utili. L’amministrazione di Castelfranco intende sottolineare con questo incontro come i valori dell’accoglienza e della solidarietà costituiscano un tratto fondamentale proprio della comunità”. “Durante la prossima settimana – chiosa l’Assessore Gargano – i bambini Saharawi , saranno ospitati all’interno della scuola primaria “Guinizelli”e resteranno fino al 25 luglio. Saranno seguiti e accolti da gruppi di volontari e famiglie. Durante la giornata saranno accolti dal Centro Estivo “Sport  in gioco”, gestito dalla Società Polisportiva Arci –Stalla, qui potranno condividere momenti di gioco e di divertimento con altri bambini. In questi anni si è cercato di  promuovere  occasioni di sensibilizzazione con le scuole e con la cittadinanza. L’obiettivo è quello di accrescere la conoscenza della storia di questo popolo e di moltiplicare gesti concreti di solidarietà in sintonia con le azioni della Regione Emilia Romagna e di diversi Comuni della provincia di Modena”.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie