Attentato ad Ankara: Dhl Volley e i tifosi modenesi stanno tutti bene


Attentato-AnkaraUna potente esplosione ha investito ieri un pullman militare ad Ankara. Il bilancio, confermato da un portavoce del governo, è gravissimo: almeno 28 morti e 60 feriti.  Erano appena passate le 18.30 e da pochi  minuti si era conclusa la gara di Champions League di pallavolo dove l’Halkbank ha battuto la Dhl Modena. Il Basket Sport Halle dista non più di tre chilometri dal luogo dell’attentato.  I tifosi modenesi presenti ad Ankara, la squadra e lo staff societario stanno tutti bene. Hanno appresso dell’attentato alla fine del match e sono regolarmente rientrati in hotel.

Stamane nuovo attacco ad un convoglio militare. In mattinata un’esplosione ha colpito un convoglio a Diyarbakir, principale città curda nel sud-est della Turchia. Secondo i media locali ci sarebbero almeno sette morti.

Intanto è stato identificato l’attentatore suicida che ieri si è fatto esplodere con un’autobomba al passaggio di un convoglio militare ad Ankara. Si tratterebbe di un cittadino siriano di 24 anni, identificato attraverso le impronte digitali e che, secondo i media locali che citano fonti vicine all’indagine, era entrato in Turchia a luglio come rifugiato dalla Siria.