venerdì, 19 Aprile 2024
14.3 C
Comune di Sassuolo
HomeUniCredit per Via Zamboni




UniCredit per Via Zamboni

ViaZamboniPalumboAncora una volta UniCredit apre alla città le porte del suo quartier generale, Palazzo Magnani, per confermare un impegno preso da tempo con se stessa e con Bologna: donare nuova vita a via Zamboni, nel segno della cultura.

E’ seguendo questi obiettivi che UniCredit con grande entusiasmo ha voluto essere tra i promotori del progetto “La Via Zamboni: una strada, un libro, tanta storia”, insieme con il Comune e con i rappresentanti del mondo accademico e culturale della città.
L’obiettivo è valorizzare una parte storica e importante del centro di Bologna. “Una parte che consideriamo casa nostra – dice Luca Lorenzi, Deputy Regional Manager Centro Nord UniCredit –. E’ qui, a Palazzo Magnani, che abbiamo il nostro centro di comando per la regione. E qui che da anni organizziamo e ospitiamo iniziative artistiche, culturali e sociali che riteniamo di grande valore per il territorio. E andiamo certo anche oltre la “soglia di casa”, ne sono un esempio il nostro sostegno al vicino Teatro Comunale e, più in generale, il supporto a diverse iniziative che coinvolgono tutta la città come quelle del Bologna Festival”.

Così, UniCredit si conferma in prima linea per un nuovo progetto per il cuore storico di Bologna e venerdì 18 e sabato 19 marzo, Palazzo Magnani accoglierà i cittadini.

Il 18, alle 17 all’interno del Salone dei Carracci, per la presentazione di “Bologna. Via Zamboni”, l’originale libro di Giuseppe Palumbo, nato da un’idea di Angelo Varni, che con disegni in bilico tra onirico e realtà e didascalie puntuali dei punti nevralgici della strada, prende per mano il lettore lungo un cammino di storia e cultura.

Sabato  19, invece, a partire dalle 14,30 e fino alle 18,30, la sede di UniCredit sarà accessibile nell’ambito dell’apertura straordinaria di palazzi, musei, luoghi d’arte e di cultura di via Zamboni. Così, in particolare, a Palazzo Magnani sarà possibile visitare anche la collezione d’arte antica della banca e il Salone dei Carracci”.

“Queste iniziative – sottolinea  Lorenzi – costituiscono il primo passo di un percorso importante del progetto di rilancio che è in corso per tutta l’area del centro cittadino. Un progetto al

quale siamo orgogliosi di avere dato impulso e per il quale siamo pronti a fare al meglio la nostra parte. Perché è anche questo un modo concreto di essere vicini ai nostri clienti”.


Una strada, un libro, tante storie. 
La via Zamboni

Bologna, 18 e 19 marzo 2016

 

Programma

Venerdì 18 marzo

17:00, nella Sala Carracci di Palazzo Magnani, sede UniCredit, via Zamboni 20

presentazione del libro Bologna. Via Zamboni di Giuseppe Palumbo da un’idea di Angelo Varni (2016, Damiani editore).

 

Dopo il saluto di Davide Conte, Assessore alla Cultura e Rapporti con l’Università del Comune di Bologna, e Marco Antonio Bazzocchi, Delegato per le iniziative culturali dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, intervengono assieme all’autore Giuseppe Palumbo Luca Lorenzi, Deputy Regional manager Centro Nord UniCredit, Enrico Fornaroli, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bologna e Angelo Varni, presidente IBC- Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia Romagna.

Durante l’incontro, è previsto l’intervento musicale di Alessandro D’Acconti (chitarra), a cura del Conservatorio G.B. Martini.

 

Sabato 19 marzo

14:30 – 18:30 apertura straordinaria di palazzi, musei e luoghi d’arte e di cultura di Via Zamboni: Palazzo Magnani, Palazzo Malvezzi de’ Medici, Conservatorio Musicale Giovanni Battista Martini; San Giacomo Maggiore e Oratorio di Santa Cecilia, Teatro Comunale di Bologna, Biblioteca Universitaria di Bologna, Sistema Museale d’Ateneo, Accademia di Belle Arti di Bologna, Pinacoteca Nazionale.

 

Attività

– dalle ore 14:30 all’Accademia di Belle Arti, gli studenti di Comunicazione e Didattica dell’Arte, coordinati dalle Docenti Francucci e Battistini, saranno a disposizione per effettuare le visite guidate (ultima visita alle ore 18:00).

– dalle ore 15:00 alle ore 16:00 al Conservatorio G.B. Martini, in Sala Bossi e Sala Respighi, prova aperta della scuola di musica da camera del prof. Guido Felizzi.

– alle ore 15.00 e alle ore 17.00 visita guidata al Museo di Palazzo Poggi. Prenotazione obbligatoria su museopalazzopoggi.unibo.it .

– alle ore 16:00 alla Pinacoteca Nazionale visita guidata al museo dal titolo “La Pinacoteca Nazionale, uno scrigno di tesori a due passi da via Zamboni”. Il costo corrisponde all’ingresso alla Pinacoteca Nazionale (4,00€ intero, 2,00€ ridotto e gratuità di legge), fino ad esaurimento posti.

> alle ore 18:00 all’Oratorio di Santa Cecilia Concerto San Tomaso, oratorio a cinque voci e basso continuo di Marco Marazzoli (XVII sec) con la Cappella musicale di San Giacomo. Ingresso ad offerta fino ad esaurimento posti; è possibile prenotare online su sangiacomofestival.it

 

Percorsi tematici

 

Il trionfo della musica: il teatro Comunale di Bologna

punto d’incontro Largo Respighi, 1 – ore 14:30

Dalle ceneri del teatro Malvezzi, completamente distrutto nel 1745, prese vita il progetto per la realizzazione di un nuovo teatro cittadino. I lavori furono affidati al celebre Antonio Galli Bibiena che ci ha consegnato una struttura “modernissima”. Perfettamente conservato, la grande sala, i palchi, i foyers ci accoglieranno mentre la storia e le trasformazioni, i personaggi e i fatti curiosi verranno narrati con grande maestria.

 

Bentivoglio e Malvezzi: la grande congiura

punto d’incontro piazza Verdi angolo via del Guasto – ore 14:30

La chiesa di San Giacomo Maggiore e la cappella Bentivoglio, testimonianza straordinaria dell’epopea della famiglia omonima, saranno il punto di partenza per narrare i fatti lieti di due grandi casati ma soprattutto per scoprire tutti i retroscena di una congiura che cambierà le sorti della città. Palazzo Malvezzi, eccezionalmente aperto, permetterà di scoprire i segreti della famiglia che osò sfidare i potenti signori della città.

 

La grande “rinascita” dell’antica via San Donato: i palazzi Magnani e Malvezzi

punto d’incontro via Zamboni, 20 – ore 16:30

Due grandi e straordinarie residenze, quasi a ridosso l’una dell’altra, spalancano i portoni per permettere la scoperta dei fastosi interni: dal celebre ciclo di affreschi dei Carracci a quelli ottocenteschi per un susseguirsi di scoperte e meraviglie.

 

La grande tradizione artistica bolognese: San Giacomo Maggiore e l’Oratorio di Santa Cecilia come scrigni d’arte

punto d’incontro piazza Rossini davanti alla chiesa – ore 15:30

I grandi capolavori dei maestri bolognesi dal ‘300 al ‘700, tra affreschi, pale d’altare e polittici, per una visita all’insegna della bellezza. La visita inizierà dall’antica chiesa per proseguire nell’oratorio impreziosito dal famoso ciclo di affreschi di inizio ‘500 e terminare davanti alla Pinacoteca Nazionale per scoprire la storia della nascita del grande polo culturale bolognese. Eventuale ingresso in Pinacoteca in autonomia  (4,00€ intero, 2,00€ ridotto e gratuità di legge).

 

Via Zamboni (due edizioni)

punto d’incontro: Piazza Porta Ravegnana (statua San Petronio) – ore 14:30 e ore 16:30

Via Zamboni, l’ antica strada san Donato, è il percorso urbano nel quale si concentra il maggior numero di realtà storiche, politiche, culturali, artistiche, architettoniche e urbanistiche della nostra città in un arco cronologico che va dal ‘200 fino al XX secolo: gli agostiniani, i Bentivoglio, i palazzi senatori, l’università, la Pinacoteca, il Conservatorio, il Teatro Comunale, la penultima cerchia di mura. Percorriamo in questo itinerario questa straordinaria storia che abbraccia sette secoli.

 

I percorsi tematici sono gratuiti, la prenotazione è obbligatoria e può essere effettuata:

Bologna Welcome in Piazza Maggiore, 6 (aperto dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:00) Tel. 051 231454 (dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 19:.00) – via mail booking@bolognawelcome.it – online www.bolognawelcome.com/offerte

www.bolognagendacultura.it

Ora in onda:
________________












Ultime notizie