mercoledì, 17 Aprile 2024
16.2 C
Comune di Sassuolo
HomeCrisi bancaria CARIFE, le richieste dell’assemblea congressuale del PSI di Modena




Crisi bancaria CARIFE, le richieste dell’assemblea congressuale del PSI di Modena

denaro_10La Cassa di Risparmio di Ferrara ( CARIFE)  è tra le quattro banche coinvolte nella crisi bancaria e quindi rientrata nel percorso di salvataggio e  di tutela dei risparmiatori di cui alla legge 208/2015.

Con la costituzione di una “banca buona“ la CARIFE ha ripresa la normale attività istituzionale dopo avere conferito tutte le “porcherie“ presenti e non presenti in bilancio ad una “banca cattiva”.

Numerosi cittadini Emiliano Romagnoli sono in sofferenza e preoccupati per la possibile perdita dei loro risparmi affidati, con sicurezza,  ad una “Cassa di Risparmio“ vecchia e consolidata istituzione nata come “Banca del Popolo“.

La CARIFE prima del conferimento alla “ Banca Buona “ era controllata dalla   Fondazione Cassa di Risparmio di Ferrara attraverso la partecipazione del 52,82 %..

La Fondazione ha 149 soci ed è retta da un comitato di indirizzo composta da 47 rappresentanti  delle varie realtà socio-economiche-istituzionali della provincia ferrarese.

Sul piano politico, a parte la sordina dei media e della stessa politica, non c’è dubbio che pesa come un macigno il danno di immagine ad una Regione virtuosa ed attenta alla politica del credito , alla trasparenza delle sue ex  Casse di Risparmio .

Anche a Modena c’è preoccupazione, anche se in tanti dimenticano  che la CARIFE ha operato a Modena fin dal 2005 attraverso la “Banca Modenese“.

Chiediamo all’Assemblea Legislativa Regionale di  costituire una Commissione tesa alla conoscenza dei meccanismi  che hanno danneggiato una nobile istituzione nata dal popolo, che sta dando insicurezza all’intero sistema del credito ed a  chi ha investito i suoi  risparmi.

Appare evidente il fallimento del ruolo della Fondazione  al quale spettava il compito di vigilare sulle allegre performance dei vertici della banca conferitaria.

Sempre la Commissione per la verifica di un eventuale fondo, aggiuntivo, per la copertura di sofferenza non previste dalla normativa nazionale.

La Regione è invitata, nell’eventualità che fossero rilevate  responsabilità penali,  a costituirsi parte civile nel processo di merito.ed un invito a chi ha contribuito al disastro a fare un passo indietro.

 

(Segreteria Provinciale PSI Modena)

Ora in onda:
________________












Ultime notizie