sabato, 20 Aprile 2024
13.5 C
Comune di Sassuolo
HomeL'Unione dei Comuni "Bassa Reggiana" approva il Documento unico di programmazione




L’Unione dei Comuni “Bassa Reggiana” approva il Documento unico di programmazione

Sono stati nove i punti all’ordine del giorno affrontati nel corso del consiglio dell’Unione dei Comuni “Bassa Reggiana” che si è svolto giovedì in Comune a Guastalla.

Uno dei passaggi più significativi è stato l’approvazione del Dup, il Documento unico di programmazione per il triennio 2016-2018 che, di fatto, sostituisce la Relazione previsionale e programmatica e rappresenta lo strumento che permette di definire la guida strategica e operativa dell’ente. La legge prevede che il Dup venga approvato prima del bilancio, in quanto ne detta le linee guida. Presentato nel dicembre dello scorso anno, il documento rientra in quella che può essere definita la fase di “maturazione” dell’Unione, dopo quella del 2008-2009, con la nascita dell’ente e le prime associazioni di servizi, e quella dal 2009 al 2014, anni nei quali le funzioni associate sono diventate dieci e i servizi sono stati implementati. Gli obiettivi del Dup sono il consolidamento dell’ente, il perfezionamento delle funzioni già conferite e la definizione del controllo strategico.

Nell’ambito delle sue comunicazioni al consiglio, il presidente Giammaria Manghi ha relazionato sullo stato d’essere amministrativo del Comune di Brescello, in situazione di commissariamento ordinario. Poi, il consiglio ha anche approvato il protocollo attuativo per la contribuzione con assegno di cura alle famiglie disponibili a mantenere l’anziano non autosufficiente nel proprio contesto. Le novità sono state illustrate dalla dottoressa Giuliana Boschini, coordinatrice dell’area anziani del Servizio sociale integrato zonale (Ssiz), che ha spiegato come sarà garantito un livello di equità più ampio grazie all’introduzione di una graduatoria, stilata sulla base di punteggi di una griglia di valutazione. Al 2015, negli otto Comuni, gli anziani over 65 sono 15405, e 162 gli assegni erogati per un totale di 350mila euro.

Infine, sono stati approvati diversi regolamenti inerenti l’Azienda Servizi Bassa Reggiana, pensati allo scopo di omogeneizzare il funzionamento quotidiano di nidi e scuole dell’infanzia dell’Unione.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie