lunedì, 15 Aprile 2024
25.9 C
Comune di Sassuolo
HomeModena, edilizia innovativa: se ne parla domani (7/4) in Confimi




Modena, edilizia innovativa: se ne parla domani (7/4) in Confimi

edilizia_10Prosegue il ciclo di incontri “R&D: da giovani idee, grandi progetti” promosso da iLab-il laboratorio delle idee di Modena in collaborazione con il Gruppo Giovani di Confimi Emilia con il patrocinio dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale, di MHPC (Master in High Performance Computing) e del Comune di Modena.

Al centro del quinto incontro saranno i temi legati all’innovazione in edilizia, un comparto colpito profondamente dalla crisi economica che, in parallelo alla chiusura di numerose aziende, ha visto il consolidarsi e l’affermarsi di quelle che hanno puntato sull’innovazione di prodotto e di processo. Ne parleranno Albino Angeli di Xlam Dolomiti, azienda leader per la produzione dei pannelli XLAM e per la progettazione e realizzazione di edifici e strutture di legno, e Riccardo Rossi, esperto in termofluidodinamica computazionale, consulente free-lance e professore a contratto dell’Università di Bologna.

Come di consueto, al termine dell’incontro – che si terrà domani, giovedì 7 aprile, alle ore 18, 30 presso la sede di Confimi Emilia, in via P.P. Pasolini 15 a Modena – verrà servito un aperitivo.

Nel comparto delle costruzioni l’edilizia in legno e le tecnologie di calcolo computerizzato rappresentano, in campi tra loro contigui, due aspetti in continua evoluzione. Il primo è tra i pochi settori dell’edilizia con un trend positivo.

«Verrà illustrata in maniera semplice ed esaustiva la tecnologia utilizzata – spiega Angeli –  andando ad analizzare gli aspetti positivi e le criticità di questo nuovo modo di costruire ponendo l’attenzione su tematiche di carattere tecnico (come, ad esempio, la sicurezza sismica, al fuoco e la durabilità etc…) ed economico (tempistiche di realizzazione, logistica dei cantieri, confronti rispetto all’edilizia tradizionale)».

 

«La fluidodinamica computazionale (CFD), congiuntamente al calcolo ad alte prestazioni (HPC), rappresenta uno strumento di analisi e progettazione consolidato in molti settori dell’ingegneria – ricorda Riccardo Rossi –. In ambito AEC (Architecture, Engineering and Construction) la simulazione fluidodinamica, il cui potenziale rimane in parte ancora inesplorato, rappresenta una delle tecnologie del futuro in grado di supportare l’edilizia innovativa e migliorare la sostenibilità degli ambienti costruiti». Nel corso dell’intervento di Rossi, verranno presentati e discussi alcuni esempi di utilizzo della CFD nell’ambito dell’AEC attraverso progetti di ricerca internazionali e di collaborazioni con partners industriali.

 

I RELATORI

Riccardo Rossi (Unibo)

Riccardo Rossi ha conseguito la laurea in Ingegneria Meccanica e il dottorato in termofluidodinamica computazionale presso l’Università di Bologna. Autore e co-autore di più di 40 pubblicazioni nell’ambito della fluidodinamica computazionale, si è occupato di progetti di ricerca applicata ed industriale in collaborazione con centri di ricerca del panorama universitario ed industriale internazionale. È stato responsabile del Laboratorio di Termofludidodinamica Computazionale dell’Università di Bologna e Visiting Scholar presso il Center for Turbulence Research della Stanford University. Attualmente è consulente free-lance e professore a contratto dell’Università di Bologna.

 

Albino Angeli (Xlam Dolomiti)

Albino Angeli ha conseguito la laurea in ingegneria Civile con Indirizzo Strutture presso la Facoltà di Ingegneria. Ha realizzato numerosi articoli per riviste e convegni internazionali del settore legno, ha svolto attività didattica in qualità di esercitatore e correlatore di tesi, ha partecipato a numerosi convegni e corsi di formazione tecnici come relatore. Dal 2005 svolge un’attività come libero professionista di progettazione strutturale nel settore Strutture in legno, tra cui numerose coperture ed edifici in legno. Dopo un’esperienza decennale presso la Rotho Blaas s.r.l. come responsabile tecnico aziendale nel settore dei sistemi di fissaggio e accessori per strutture in legno, dal 2015 è  direttore tecnico della XLAM Dolomiti, azienda leader per la produzione dei pannelli XLAM e per la progettazione e realizzazione di edifici e strutture di Legno.

Ora in onda:
________________












Ultime notizie