Cardone (PSI) circa la sorte del rudere di via Circonvallazione 189


Interessante il parere del nuovo Assessore all’Urbanistica del Comune di Sassuolo ,sulla sorte del rudere di via Circonvallazione 189. Dice che vuole coinvolgere nella discussione/scelta i cittadini, ottima notizia.

Cominciamo subito con il nostro contributo di forza politica organizzata e portatrice di interessi comuni, anche se la forza politica alla quale fa riferimento l’Assessore non lo capisce.

All’epoca, siamo nel 2007, condividemmo con riserva l’operazione di sgombro dello stabile.

Tante le carenze igienico/sanitarie/strutturali.

L’obiettivo riqualificazione si integrava benissimo nel progetto Braida e nel comparto CISA/CERDISA che cominciava a maturare nelle segreti stanze.

Un segnale importante fu dato dal PSC con previsione  di un premio edificatorio nella ipotesi di trasformazione urbanistica da realizzare attraverso l’abbattimento del manufatto.

Scartata l’ipotesi di interventi  da parte dei proprietari, di operatori immobiliari, del Comune o della “ florida “ SGP, si pensò ad una STU ( Società di Trasformazione Urbana), ritualmente presentata nel 2008.

Il silenzio e la scarsa operatività della politica fece perdere, nel 2012, una grande opportunità rappresentata dal “Piano Città“.

La Regione Emilia Romagna con una dote di 57 milioni di euro non ci considerò.

La strada è la costituzione di una STU con gli opportuni accorgimenti giuridici, per evitare problemi in itinere, e così potere accedere ai finanziamenti.

Rammentiamo che si sta parlando, tra gli addetti ai lavori,  di una riproggettazione di Sassuolo con il coinvolgimento di  importanti aree dal punto di vista economico/finanziario con insediamenti di servizi remuneranti ed edilizia di lusso.

L’abbiamo già detto, per un efficace intervento su via Circonvallazione 189, c’è bisogno di operatori qualificati finanziariamente ……quelli della CISA/CERDISA/COOP/KOXO sono ottimi partner per la STU.

Per il comparto CISA/CERDISA/COOP le cose sono già fatte, rimane l’ex Koxo, tra l’altro area in continuità  con il parco Ducale .

Dunque l’area va liberata e destinata a Parco mentre i diritti edificatori vanno trasferiti in altra sede e questo lo decide il Comune.

L’Assessore sarebbe favorevole, anche se a titolo personale, al  cambio di destinazione d’uso di via Circonvallazione 189….per caso pensa ad un MULTISALA ?

(Mario Cardone, Socialisti Sassuolo)

Immagine Google Maps