Castello delle Carpinete, gestione affidata al Melograno sino al 2018


Il Castello delle Carpinete verrà gestito per i prossimi due anni dal Gruppo Storico Il Melograno. Trova quindi una gestione fissa e continuativa il principale sito storico del paese appenninico, una delle principali rocche matildiche. Nel 2016, a causa dei problemi economici delle Province, i primi bandi sono andati deserti e il castello è stato aperto dai consiglieri comunali carpinetani di maggioranza. A metà stagione è stato raggiunto un accordo con il Gruppo Storico Il Melograno, impegnato in rievocazioni e attività culturali, e i risultati sono stati positivi. Così la collaborazione continua: l’Amministrazione Comunale di Carpineti e il Gruppo Storico Il Melograno, forti della positiva esperienza maturata nel corso del 2016, hanno concluso un accordo in base al quale verrà garantita l’apertura e la gestione del complesso monumentale del Castello delle Carpinete sino a tutto il 2018.

L’antico maniero, che fu la residenza preferita di Matilde Gran Contessa, sarà fruibile tutti i week da Pasqua a Settembre, e aperto tutti i giorni delle due settimane centrali di agosto: sarà a disposizione sia per visite individuali che per gruppi. Negli altri periodi vi sarà poi sempre la possibilità di accedere previa prenotazione.

Particolare attenzione verrà riservata alle scolaresche, per le quali è prevista una programmazione ad hoc differenziata per fasce d’età e ai gruppi. Per le classi ci sarà possibilità di avvalersi di guide turistiche e ambientali abilitate.

Le iniziative in programma -al momento in fase di definizione- saranno ad ampio spettro: musica, scienza, letteratura, enogastronomia, arti figurative, teatro e, ancora ma non da ultimo, la storia si alterneranno con mille sfaccettature per allietare il pubblico più disparato.

I diversi tagli previsti che connoteranno gli eventi, consentiranno la fruizione del mastio a tutte le fasce sociali: bambini, giovani, adulti, famiglie e single avranno la possibilità di respirare l’atmosfera che aleggia tra le vecchie mura che, intrisa di passato, consolida il presente e proietta al futuro.

Il sindaco Tiziano Borghi, nome dell’Amministrazione esprime viva soddisfazione per l’accordo appena raggiunto con il Gruppo il Melograno: “Già nel corso del 2016, dopo una iniziale apertura del Castello a carico dei consiglieri di maggioranza che a turno si sono alternati a presidiare durante i weekend in modo volontario il maniero Matildico, ci sono stati i contatti con il Melograno”, spiega. “I volontari del Gruppo il Melograno si sono dimostrati fin da subito preparati e all’altezza della situazione, tanto da proseguire la gestione nell’ultima parte dell’anno in modo autonomo seguendo lo schema iniziale dato dall’amministrazione. L’affluenza dei visitatori al Castello di Carpineti durante tutto il 2016 è stata migliore di ogni aspettativa ed ha incoraggiato a continuare il sodalizio intrapreso”, aggiunge.

Il presidente del Melograno Severino Marazzi “esprime gratitudine all’Amministrazione di Carpineti per la fiducia nuovamente accordata. Nel contempo, forte dell’appoggio dei numerosi (più di 100) soci appartenenti al suo sodalizio, siamo certi di riuscire a soddisfare le esigenze dell’utenza basandosi sull’enorme successo ottenuto lo scorso anno, che si spera addirittura di superare. Sono già in corso abboccamenti con diverse realtà (associazioni, altri castelli e comuni limitrofi) con lo scopo di creare una rete per promuovere il nostro territorio contenendo i costi. Su questa strada infatti si è mosso il Melograno già dalla sua costituzione”.