Modena, sicurezza stradale: intensificati i controlli e varato il piano assistenza autostradale durante l’esodo


Questa mattina il Prefetto Maria Patrizia Paba, con la partecipazione del Capo di Gabinetto Patrizia De Angelis, ha presieduto le riunioni dell’Osservatorio per la sicurezza stradale e del Comitato Operativo per la Viabilità. Nel corso della riunione dell’Osservatorio il Comandante della Polizia Stradale Enrico Tassi ha presentato i dati sull’incidentalità stradale relativi all’anno 2018, desunti dalle rilevazioni effettuate a livello regionale ed utilizzate per le statistiche dell’ISTAT.

Tali dati, ancora non definitivamente validati dall’Istat ma sostanzialmente attendibili, presentano nel 2018 una riduzione degli incidenti stradali e dei decessi rispetto al 2017, anno in cui si era verificato un deciso incremento del fenomeno rispetto agli anni precedenti.

In particolare, nel 2018 sono stati rilevati 2.623 incidenti stradali, rispetto ai 2.831 del 2017, con un decremento del 7,3%. I decessi nel 2018 sono stati 39 rispetto ai 57 del 2017, con una diminuzione del 31,6%.
La riduzione ha interessato sia i centri urbani, con 17 decessi rispetto ai 26 del 2017, che i tratti autostradali che insistono sul territorio provinciale, con 4 decessi rispetto ai 9 del 2017.

Una inversione di tendenza si è verificata, tuttavia, nel primo semestre del 2019; secondo i dati finora disponibili, ancora non consolidati ma significativi nelle loro linee di tendenza, si sono verificati 25 decessi, di cui 6 nei tratti autostradali.
Sulla base dell’esame di tali, l’Osservatorio ha concordato sulla necessità di avviare una serie di iniziative che contribuiscano al raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea che prevedono, entro il 2021, un dimezzamento dei decessi rispetto al 2010, con un azzeramento entro il 2035.

In primo luogo è stato convenuto sulla necessità di intensificare i controlli; il Prefetto darà le necessarie indicazioni per effettuare nelle prossime due settimane, prima del grande esodo estivo, quattro giornate di controlli con il coinvolgimento di tutte le Forze dell’ordine e delle Polizie locali.
Le verifiche riguarderanno le violazioni che più frequentemente causano incidenti stradali: l’uso di dispositivi elettronici durante la guida (smatphone, tablet, ecc.); il mancato uso dei dispositivi di sicurezza passiva (cinture di sicurezza, caschi, seggiolini per bambini, dispositivi di illuminazione dei velocipedi, ecc.); l’eccesso di velocità; la guida sotto l’effetto dell’alcool e di sostanze stupefacenti.
Ulteriori iniziative di carattere formativo e informativo in tema di sicurezza stradale saranno messe in campo con il coinvolgimento delle istituzioni e delle organizzazioni e associazioni interessate.

L’Osservatorio ha, inoltre, dato il parere favorevole sul Protocollo interistituzionale per le attività di supporto psicologico a favore dei familiari delle vittime e superstiti di incidenti stradali, che sarà firmato nelle prossime settimane.
Il Prefetto Paba ha, infine, varato il Piano provinciale per l’assistenza alle persone sulle Autostrade A1 e A22 durante l’esodo estivo del 2019, sul quale si è espresso favorevolmente il Comitato Operativo per la Viabilità.