Policlinico e Baggiovara: rinnovo del Comitato Consultivo Misto


L’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena ha avviato le procedure di rinnovo Comitato Consultivo Misto (CCM.), l’organismo aziendale che, dal 1997 consente alle Associazioni di Volontariato di collaborare con l’Azienda per migliorare la qualità dei Servizi dal lato del cittadino. Il comitato è composto sia da membri designati dalle Associazioni di Volontariato maggiormente impegnate nel settore socio-sanitario, sia da operatori interni individuati dall’Azienda Ospedaliero – Universitaria. È un organismo di livello aziendale che quindi lavora sia per il Policlinico, sia per l’Ospedale Civile di Baggiovara.

L’attuale Comitato si è insediato nel mese di aprile del 2016 e scadrà il 30 settembre. Le Associazioni interessate potranno comunicare il nominativo di un volontario, da candidare alle elezioni entro e non oltre il 20 settembre 2019. Il nominativo va inviato all’indirizzo mail: affarigenerali@pec.policlinico.mo.it all’attenzione del Servizio Comunicazione e Informazione – Area Rapporti con le Associazioni di Volontariato.

“Desidero ringraziare il CCM uscente – ha ricordato il dottor Lorenzo Broccoli, Direttore Amministrativo dell’AOU di Modena – per il supporto fornito all’Azienda in questi anni, in diversi progetti sia sul fronte dell’umanizzazione delle cure sia su quello del miglioramento dei percorsi. Tra questi, solo per citarne alcuni, va ricordato il supporto alla Rilevazione della customer satisfaction che si è svolta dal novembre 2018 all’aprile 2019 e ha coinvolto un campione di quasi duemila pazienti. I volontari hanno poi collaborato con l’Azienda per valutare gli interventi migliorativi a seguito delle segnalazioni effettuate dai cittadini all’URP e al decoro degli spazi verdi”.

Una volta ricevute le candidature l’Azienda trasmetterà alle Associazioni che hanno confermato la loro disponibilità a far parte del CCM la convocazione per la votazione finale, che avrà luogo il 27 settembre 2019. In quell’occasione, le Associazioni di volontariato saranno suddivise in 9 aree distinte per “omogeneità di obiettivi” e verrà eletto un rappresentante per ogni area. La Direzione Generale procederà all’individuazione dei 3 componenti aziendali con cui integrare il CCM.