Sabato sera a Bologna concerto di musica Klezmer


La Ricordi Music School di Bologna, in collaborazione con la Casa delle Associazioni del Baraccano, organizza un concerto dedicato alla musica Klezmer e alla canzone Yiddish. Protagonisti della serata saranno alcuni tra i più importanti artisti della scena klezmer a livello internazionale: il cantante Lorin Sklamberg, voce dei mitici Klezmatics e la cantante lettone Sasha Lurje, stella emergente nel panorama della canzone Yiddish. Ad accompagnarli ci saranno il violinista Craig Judelman, il clarinettista Angelo Baselli e il contrabbassista Keith Judelman.

Gli artisti accompagneranno il pubblico in un viaggio alla scoperta della canzone Yiddish, della vocalità caratteristica di questa musica e del suo carattere struggente e ironico al tempo stesso. Nel pomeriggio, presso la sede della Ricordi Music School, i musicisti terranno un workshop di canto e di musica klezmer, aperto a musicisti e appassionati.

Lorin Sklamberg e i Klezmatics. I Klezmatics, klezmer band newyorkese nata negli anni ’80 nel vibrante ambiente culturale dell’East Village. per oltre 25 anni hanno scommesso su un’ibridazione fra tradizione yiddish, jazz, pop, folk e rock. Spesso definita “band con radici ebraiche”, i Klezmatics hanno contribuito alla rinascita e a rendere popolare la musica Klezmer, una espressione d’arte quasi dimenticata. “Una delle caratteristiche più grandi riguardo alla musica Klezmer,” – scrive Alex Henderson su All Music – “è il fatto che è un prodotto di tradizione musicale ebrea che riflette anche l’esperienza Ebreo-Americana. Nella musica Klezmer si scopre il lavoro di ricerca, che negli anni ’40 e ’50’, gli ebrei-americani di Brooklyn e dei Queens hanno condotto sul clarinetto di Artie Show. Il Jazz ha ovviamente influenzato la musica dei Klezmatics, che godono anche delle efficaci improvvisazioni di David Krakauer al clarinetto e di Frank London alla tromba.”

Sasha Lurje. Nata a Riga, Lettonia, ha iniziato a cantare a tre anni. Ha collaborato con numerosi gruppi approcciandosi a vari stili: classico, jazz, rock, pop. Dal 2003 ha approfondito lo studio del repertorio e della prassi esecutiva del repertorio della canzone Yiddish. Con la sua band Forshpil sta sviluppando un nuovo repertorio Yiddish, integrando elementi tradizionali in un contesto musicale contemporaneo. È coinvolta in numerosi progetti internazionali, tra i quali Semer Ensemble, la band You Shouldn’t Know From it, il progetto Goyfrend e la band Litvakus. È co-fondatrice del festival berlinese dedicato alla cultura Yiddish Shtetl Neukölln. Si è esibita nei principali festival klezmer in Europa, Russia, Nord e Sud America ed è docente della Yiddish Summer Weimar dove coordina il workshop di musica vocale.