A Carpi controlli contro l’abusivismo commerciale


Nell’ambito dei controlli finalizzati al contrasto dell’abusivismo commerciale, nella frazione di San Marino di Carpi, Agenti della Polizia Locale dell’Unione Terre d’Argine hanno proceduto alla verifica di un venditore ambulante di frutta e verdura, che è risultato privo della prescritta autorizzazione al commercio su area pubblica. E’ stata quindi applicata la prevista sanzione amministrativa di oltre 5.000 € procedendo al contestuale sequestro della frutta e verdura per un valore di circa 1600€. Gli alimenti sono stati devoluti a Onlus e Associazioni benefiche che le destineranno ai loro assistiti.

Dichiara l’assessore Mariella Lugli: “Quando parliamo di abusivismo commerciale, il primo pensiero che ci viene è l’abusivismo commerciale sulle spiagge, o la contraffazione di oggetti, l’ultimo anello di una catena che molto spesso ha una matrice criminale .

Nella realtà l’abusivismo commerciale è presente in tante forme di attività, per questo il contrasto deve essere perseguito sempre , perché chi lo fa, svolge illegalmente l’attività e per questo si pone in netto vantaggio in termini di guadagni , come in questo caso ,rispetto ai commercianti rispettosi delle leggi, non pagando tasse, contributi, applicando una concorrenza sleale.

L’azione della nostra polizia locale è presente con continuità, in questa materia, i dati ci dicono che negli ultimi due anni sono stati eseguiti oltre duecento sopralluoghi sul commercio in aree pubbliche ai quali si aggiungono i controlli sul commercio in sede fissa, i controlli sulle autorizzazioni ai pubblici servizi, quindi una rete strutturata ed efficiente di attività sulla legalità economica e la tutela del consumatore.

Nel caso specifico, trovo soddisfazione nel sapere che la merce sequestrata sia stata donata ad associazioni benefiche: senza spreco e per un aiuto concreto per chi versa in condizioni di fragilità economica”