Tempi supplementari per concludere la vertenza La Perla


Nuovo round in Regione per il futuro de La Perla. Per venerdì 11 ottobre è convocato in viale Aldo Moro a Bologna, il tavolo istituzionale per le procedure amministrative per lo storico marchio di lingerie. Il Ministero dello Sviluppo economico ha aggiornato i lavori del tavolo di crisi per permettere verifiche tecniche necessarie ad attivare gli ammortizzatori sociali con il Ministero del Lavoro. Oggi a Roma, al tavolo ministeriale, azienda, sindacati e Regione si sono presentati con il verbale di pre-intesa sottoscritto la scorsa settimana in viale Aldo Moro, in cui si chiedeva l’attivazione della cassa integrazione straordinaria per scongiurare i 126 esuberi dichiarati in estate dalla proprietà del marchio.

All’incontro romano insieme ai vertici dell’azienda e ai sindacati di Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uiltec-Uil erano presenti la Regione Emilia-Romagna con l’assessore alle Attività produttive, Palma Costi e l’assessore del Comune di Bologna, Marco Lombardo, oltre al vicesindaco della Città metropolitana di Bologna Fausto Tinti.

“L’impegno della Regione prosegue. Continueremo– ha dichiarato l’assessore Costi- a fare la nostra parte per difendere occupazione e produzione. In ballo con i posti di lavoro c’è anche la difesa di un marchio storico, simbolo del Made in Italy della moda”.