‘EGOS Best Book Award’ alla pubblicazione sulla creatività del prof. Fabrizio Montanari di Unimore


“Ecosistema Creativo”, l’ultimo libro del prof. Fabrizio Montanari, docente di organizzazione aziendale al Dipartimento di Comunicazione ed Economia di Unimore, è stato nominato tra i quattro migliori libri dell’anno da EGOS, European Group for Organization. La prestigiosa organizzazione accademica internazionale ha presentato i vincitori in occasione del recente convegno annuale tenutosi a Edimburgo.

Se la creatività rappresenta il nuovo paradigma per la competitività aziendale e per lo sviluppo delle economie territoriali, diventa sempre più importante capirne la dimensione sociale.

Una recente pubblicazione del prof. Fabrizio Montanari, docente del Dipartimento di Comunicazione ed Economia di Unimore, dal titolo “Ecosistema Creativo – Organizzazione della creatività in una prospettiva di network” (F. Angeli, 2018), studia le dinamiche relazionali con cui i network possono valorizzare la creatività per creare vantaggio competitivo nelle aziende e sviluppare le economie urbane.

Il volume per la sua originalità è stato nominato tra i migliori quattro libri dell’anno da EGOS (European Group for Organization) Best Book Award, prestigiosa organizzazione accademica internazionale che promuove la diversità linguistica nel campo degli studi organizzativi, premiando monografie eseguite con profondità e ricchezza di dettagli. La cerimonia di presentazione dei vincitori si è svolta nei mesi scorsi in occasione del convegno annuale a Edimburgo (Regno Unito).

“Un bel riconoscimento, per l’autore, innanzitutto, ma anche per il nostro Dipartimento – dichiara la prof.ssa Giovanna Galli, Direttore del Dipartimento di Comunicazione ed Economia – che con il lavoro dei suoi docenti e ricercatori conferma la sensibilità su temi di grande interesse scientifico e, al contempo, con importanti ricadute sul tessuto sociale ed economico del nostro territorio”.

Il tema della creatività ha attirato l’interesse di scienziati e pensatori fin dall’epoca dei primi filosofi greci. L’idea di creatività che si è affermata nella cultura occidentale è stata per molto tempo legata a una visione romantica, dove il genio solitario realizza opere eccezionali grazie al suo talento unico.

“Alla de-mitizzazione di questa idea – afferma il prof. Fabrizio Montanari di Unimore – hanno contribuito diversi filoni di ricerca. Si è affermato recentemente un filone di ricerca che ha enfatizzato la dimensione sociale. Il libro premiato adotta la prospettiva relazionale cercando di capire le dinamiche con cui i network possono influenzare la creatività. Per rendere conto della complessità alla base di questa prospettiva sociale si è introdotto il concetto di ecosistema creativo, il quale enfatizza la dimensione relazionale trascendendo i confini organizzativi e investendo il contesto territoriale di riferimento, inteso non solo in senso geografico, ma anche nei suoi aspetti culturali, cognitivi, identitari e materiali”.

 

Fabrizio Montanari

E’ professore associato di Organizzazione Aziendale presso il Dipartimento di Comunicazione ed Economia di Unimore, dove insegna Comportamento organizzativo e Organizzazione e Management della cultura e della creatività. E’ coordinatore scientifico di OPERA, Unità di Ricerca di GIUnO (Giustizia nelle Organizzazioni) specializzata nello studio della creatività e innovazione.