Strade chiuse in montagna, i lavori sulla SP 24 e sulla SP 486


A Lama di Monchio sono partiti, lunedì 25 novembre, i lavori di ripristino lungo la strada provinciale 24, chiusa al traffico da martedì 19 novembre a causa del cedimento del fondo stradale, provocato dalle forti piogge; si tratta di un intervento di consolidamento strutturale, finanziato dalla Protezione civile della Regione con 60 mila euro, che consentirà di riaprire la strada prima delle festività natalizie; nel frattempo nella giornata di oggi, martedì 26 novembre, sarà realizzato un by pass pedonale.

Resta chiusa per frana anche la strada provinciale 486 in un tratto tra Cargedolo e Riccovolto nel comune di Frassinoro; per mettere in sicurezza il versante reso instabile dalle piogge e dal quale continua a scivolare materiale, è previsto un intervento per la realizzazione di una nuova rete paramassi che con l’obiettivo, anche in questo caso, di riaprire la strada entro Natale se le condizioni meteo lo consentiranno.

A causa del dissesto del fondo stradale, sempre in montagna, permangono le riduzioni di carreggiata con transito a senso unico alternato sulla provinciale 31 nei pressi di Olina, sulla provinciale 26 a Castagneto di Pavullo, sulla provinciale 23 a Gombola, sulla provinciale 27 a Montese.

Anche per tutte queste situazioni sono in corso le valutazioni per possibili soluzioni.