Nido Girasole di Arceto, proseguono i lavori sulla sicurezza


E’ il miglioramento delle condizioni di sicurezza dei bimbi – e in particolare la necessità di un adeguamento antisismico e il rifacimento del tetto – la ragione di un ulteriore prolungamento dei tempi di riapertura del nido Girasole di Arceto.

Il vice sindaco (con delega ai lavori pubblici) Marco Ferri e l’assessore alla scuola Elisa Davoli, alla presenza del sindaco Matteo Nasciuti, hanno incontrato ieri sera i genitori degli iscritti per spiegare come l’insorgere di problematiche tecniche ha comportato l’allungamento dei tempi di ristrutturazione. I lavori verranno infatti conclusi alla fine dell’anno scolastico in corso e non, come originariamente previsto, alla fine dell’anno solare.

Il Comune ha però da tempo deciso da tempo di intervenire a sostegno delle famiglie con una riorganizzazione complessiva dei suoi servizi educativi per l’anno scolastico in corso per non creare ulteriori disagi alle famiglie.

L’amministrazione comunale quindi in sinergia con il personale educativo e a seguito delle necessarie valutazioni di ordine pedagogico ed organizzativo, ha previsto una serie di interventi tali da garantire alle famiglie la copertura del servizio in altre strutture scolastiche comunali, riscontrando anche benefici non trascurabili, anche di ordine educativo, nella convivenza tra alunni di diverse età, come accade ad esempio alla Rodari.

Dal prossimo anno scolastico il Nido Girasole, dopo una ristrutturazione costata al Comune oltre 400 mila euro, riaprirà i suoi spazi rinnovati ritornando ad essere punto di riferimento per la comunità arcetana e per l’intero territorio.