A Castelnovo Monti riapre il Caffè del Teatro, gestito dagli studenti dell’Istituto Mandela


Da pochi giorni ha riaperto il Caffè del Teatro, il bar posto a fianco del Teatro Bismantova, a livello dell’ingresso. Un locale che era chiuso ormai da diversi anni, se si escludono alcune iniziative estemporanee. Il caffè ha riaperto per volontà della società Cogelor proprietaria del Teatro (composta da Comune di Castelnovo Monti e Unione dei Comuni dell’Appennino) e utilizzando una formula innovativa: infatti è direttamente il Teatro Bismantova a occuparsi della parte amministrativo-burocratica, mentre l’Istituto Superiore Nelson Mandela di Castelnovo gestisce il locale attraverso un progetto di alternanza scuola-lavoro, con studenti e docenti impegnati “sul campo”.

L’Istituto Mandela annovera tra i propri corsi l’indirizzo turistico – alberghiero, e già da tempo gli studenti hanno tra le attività curricolari la gestione del bar-ristorante interno alla scuola. La dirigente scolastica Monica Giovanelli e i docenti delle materie di indirizzo dell’alberghiero hanno collaborato attivamente a questa sperimentazione. Il bar è attivo con orari differenti da quelli standard dei pubblici esercizi: è in primis un servizio accessibile nei momenti di apertura del cinema, delle serate di teatro, e in occasione di incontri e convegni. In generale, è comunque aperto nella fascia oraria dalle 18.30 alle 22.30. Il bar non serve superalcolici e pochissimi alcolici, giusto per un aperitivo leggero.

Su questa sperimentazione spiega il Vicesindaco e Assessore alla Scuola Emanuele Ferrari: “Finalmente con grande gioia il caffè del teatro riapre. Abbiamo fortemente voluto questa cosa. Abbiamo fortemente cercato la scuola: perché pensiamo che questo possa essere un luogo per fare esperienza, mettere in contatto prima di tutto i giovani con il mondo dell’arte e dello spettacolo, dalla loro energia vogliamo riprendere il filo di una forma di accoglienza sobria, fresca ed elegante. Stiamo anche pensando ad aperture speciali, a utilizzi di questo spazio inediti e creativi. C’è molto interesse e arrivano le prime proposte: da associazioni, produttori a km zero, gruppi informali. Il 2020 si prospetta ricco di eventi anche qui, il modo migliore per mettere in contatto i vari spazi del teatro. Un ringraziamento davvero sentito va ai docenti del Mandela, in particolare quelli dell’indirizzo alberghiero, e alla dirigente scolastica Monica Giovanelli, che da subito hanno creduto che si poteva fare”.