Alcuni interventi effettuati ieri in città dagli agenti della Questura di Reggio Emilia


Continuano i controlli della Questura di Reggio Emilia sul fenomeno del sub affitto irregolare in città. Il Questore, quale Autorità Provinciale di Pubblica Sicurezza, ha disposto un controllo amministrativo in una palazzina in via Dei Gonzaga, dove ieri gli Agenti della Questura hanno identificato otto cittadini stranieri, di nazionalità nigeriana e ghanese di 24, 27, 26, 31, 59, 52 e 41 anni, tutti in possesso di regolare permesso di soggiorno constatando che solo due di essi risultavano regolarmente residenti nella suddetta dimora mentre gli altri sei hanno dichiarato di essere ospitati temporaneamente.

Proseguono gli accertamenti sul titolare del contratto di affitto, cittadino nigeriano in possesso di regolare permesso di soggiorno, al fine di segnalarlo alle Autorità competenti per l’abusiva attività di affittacamere.

***

Nel pomeriggio di ieri all’interno di un Centro Commerciale cittadino, due ex conviventi si sono casualmente incontrati mentre effettuavano delle compere. I du, già noti agli Agenti in quanto in passato si erano resi responsabili di denunce per minacce e violenza privata, hanno inscenato un’ennesima violenta discussione, terminata solo all’arrivo degli Agenti.

***

Nel tardo pomeriggio di ieri la Squadra Volante è intervenuta in via Zatti per un sopralluogo di furto all’interno di una abitazione. Ignoti, durante le ore diurne, si erano introdotti nell’abitazione danneggiando la porta d’ingresso ed asportando monili in oro, la somma di circa 300 euro ed orologi di medio valore.

 

&&&&

 

Alle ore 21,00 circa di ieri, due Volanti sono intervenute in Via Boiardi su richiesta del 118 già presente sul posto in quanto una donna in forte stato di agitazione riferiva di aver ingerito della candeggina negando però di voler recarsi in ospedale.

La versione fornita dalla donna veniva ripetutamente sconfessata da successive affermazioni al personale sanitario che confermavano un suo stato confusionale dovuto all’uso di sostanze alcoliche con anche sospetta gravidanza.

All’arrivo degli Agenti la donna in preda ad un violento raptus si contorceva a terra mordendo un Agente al polpaccio sinistro ed alla coscia destra provocandogli l’asportazione di uno strato di pelle.

La donna classe 95, nigeriana veniva ricoverata presso l’ospedale per le cure del caso.