Servizi per gli oltre 650 studenti disabili delle superiori, contributi per oltre 1,6 milioni di euro


Sono 658 gli studenti disabili che frequentano le scuole superiori modenesi, statali e paritarie; per garantire loro una serie di servizi di sostegno, autonomia e tutoraggio, i Comuni e le Unioni potranno contare, per questo anno scolastico, su contributi statali pari a oltre un milione e 600 mila euro.

Dopo una specifica ricognizione sulle effettive esigenze del territorio, la Provincia di Modena, su delega della Regione nell’ambito delle funzioni sul diritto allo studio, ha individuato le azioni che saranno finanziate con contributi pari, appunto, a un milione e 644 mila euro, a fronte di un costo complessivo per gli enti locali di oltre cinque milioni di euro.

Le risorse provengono da un fondo nazionale pari a 100 milioni di euro destinato alle Regioni; per l’Emilia Romagna le risorse ammontano a oltre nove milioni di euro.

Tra le azioni finanziate figurano le prestazioni del personale degli enti locali per l’assistenza educativa, i servizi di qualificazione scolastica e di supporto all’istruzione finalizzati all’integrazione; poi i servizi psicopedagocici, l’arricchimento curricolare, i progetti di sostegno o di tutoraggio, fino all’alternanza scuola lavoro e l’orientamento.

Le risorse saranno liquidate, in proporzione alla spesa sostenuta in passato e al numero di studenti delle superiori assistiti, per circa un milione e 100 mila euro ai Comuni di Castelfranco, Fiorano, Formigine, Maranello, Modena, Montefiorino, Pavullo, Pievepelago, Polinago, San Cesario, Sassuolo, Serramazzoni e Sestola; mentre oltre 500 mila euro sono destinati ai territori che hanno erogato i servizi socio educativi attraverso l’Unione dei Comuni Area nord, Unione delle Terre di Castelli, Unione Comuni del Sorbara e Unione delle Terre d’Argine.