Il sindaco Vecchi: “in occasione del Natale il mio pensiero a chi è caduto e a chi è rimasto indietro”


Gentile direttore, cara redazione,
vi ringrazio dell’opportunità che mi date di rivolgere a voi, a tutti i vostri lettori, i migliori auguri di un santo Natale e di un 2020 ricco di soddisfazione per tutti voi, per le vostre famiglie e per le persone che vi sono care.

Questo periodo dell’anno è, da sempre, dedicato agli affetti più veri e sinceri, a un po’ di riposo e a ricaricare le energie in vista dei mesi che abbiamo davanti. E’ così in ogni nucleo familiare ed è così anche per una città, per i suoi abitanti.
L’anno che abbiamo alle spalle è stato ricco di soddisfazioni per molti, ma certamente anche dispendioso e faticoso. Le comunità, anche le nostre, seppure in un territorio che continua a crescere, si sono trovate ad affrontare sfide antiche e nuove, a fare i conti con la complessità di una società che continua a mutare in modo rapidissimo.
Proprio in occasione del Natale il mio pensiero non può che correre a chi è caduto, a chi è rimasto indietro: credo che prima di tutto a loro si debba rivolgere chi amministra, pro tempore, la cosa pubblica: per garantire a tutti condizioni di dignità e di pari opportunità, maggiori diritti.
A tutti voi nuovamente giungano da parte dell’Amministrazione Comunale di Reggio Emilia e miei personali i più sinceri auguri.

Luca Vecchi
Sindaco di Reggio Emilia