Indicazioni importanti sui prossimi cantieri lungo la SS63 dall’incontro con Anas


Mercoledì mattina si è tenuto un incontro tecnico tra il Presidente dell’Unione Montana e Sindaco di Castelnovo Monti, Enrico Bini, il Vicepresidente e Sindaco di Carpineti Tiziano Borghi il Sindaco di Casina Stefano Costi e i dirigenti Anas Emilia-Romagna, per fare il punto della situazione sulla Statale 63. In rappresentanza di Anas erano presenti l’Ingegner Aldo Castellari, Responsabile della Struttura Territoriale, l’Ingegner Francesco Pisani, Responsabile Area gestione rete, e l’Ingegner Riccardo Renzi, Direttore di Centro. Il confronto ha riguardato tutto il tratto della Statale 63 che da Castelnovo Monti arriva a Vezzano.

In particolare ci si è soffermati sui lavori previsti nella galleria di Casina oltreché su future attività programmatorie riguardanti la Galleria del Seminario, il tratto tra l’imbocco di quest’ultima e la località Ardaceda, e il tratto che dal Bocco arriva alla Pinetina di Vezzano. Per quanto riguarda la riqualificazione della galleria di Casina i dirigenti Anas hanno comunicato che a breve sarà consegnato alla società appaltatrice il cantiere, che sarà installato entro il mese di marzo: l’investimento previsto per l’ammodernamento e la messa in sicurezza della galleria ammonta a circa 9 milioni di euro, e i tempi di realizzazione supereranno l’anno. L’incontro si è concluso con l’impegno delle parti ad un nuovo incontro sia per definire più specificatamente l’impatto sul traffico dei lavori di riqualificazione della galleria di Casina, sia per approfondire gli altri argomenti proposti nel corso della riunione.

“È stato un incontro molto utile – rileva Tiziano Borghi – perchè i cantieri in previsione sono importanti e avranno l’obiettivo di migliorare la sicurezza e rendere più scorrevole la percorrenza tra l’Appennino e la pianura. Utile sarà anche proseguire il dialogo costante con Anas, anche per cercare di limitare il più possibile i disagi che questi cantieri potranno comportare. La galleria di Casina era in attesa di questi lavori già da alcuni anni: è prevista la rimozione del guard-rail metallico (è l’ultima di tutto il tratto della Statale in cui è ancora presente), la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione con tecnologia Led, il rivestimento delle pareti interne con pannelli illuminotecnici, la realizzazione di un impianto antincendio e di un impianto di ventilazione, la realizzazione di un impianto di videosorveglianza e di colonnine SOS con collegamento telefonico, l’installazione di segnaletica luminosa utile in caso di emergenza e di pannelli a messaggio variabile per fornire indicazioni in tempo reale agli automobilisti”.