Referendum popolare sul numero dei parlamentari del 29 marzo, voto dei cittadini italiani residenti all’estero


Gli elettori residenti all’estero ed iscritti all’Aire votano per corrispondenza, pertanto ricevono il plico elettorale al proprio indirizzo di residenza. Chi invece intende votare in Italia, deve far pervenire al Consolato competente per residenza, una dichiarazione scritta.
In occasione del Referendum popolare sul numero dei parlamentari del 29 marzo 2020, l’opzione degli elettori residenti all’estero per l’esercizio del diritto di voto in Italia può essere inviata o consegnata a mano entro e non oltre l’8 febbraio (10° giorno successivo alla indizione delle votazioni), utilizzando il modulo disponibile su Iperbole o sul sito del Ministero degli Affari Esteri.