Calderara, torna al teatro “Spazio Reno” il teatro in dialetto bolognese


Il sesto appuntamento della stagione teatrale di Calderara di Reno è per domenica alle ore 16, quando Fausto Carpani e Antonio Stragapede ci porteranno, con “Quando i portici erano di legno”, in una Bologna medievale già ben delineata. Il concerto-spettacolo è composto da una serie di cante (come le chiama Carpani), in italiano o in dialetto, che fanno riferimento a fatti del medioevo bolognese. Un intrattenimento per raccontare episodi e personaggi della vita bolognese dal 1100 circa al 1507. Si va dalla leggenda sulla beata Lucia di Stifonti (l’attuale Settefonti), alla visita di San Francesco, alla cattura di Re Enzo, il tutto arricchito dalla proiezione dei disegni originali realizzati da Giorgio Serra a commento delle canzoni. Il tutto sarà arricchito dall’ accompagnamento musicale di Antonio Stragapede.

“Quando i portici erano di legno” sarà il secondo appuntamento col teatro dialettale di una stagione che, cominciata lo scorso 17 gennaio, andrà avanti sino al 22 marzo con, in totale, 11 appuntamenti. I biglietti per questo e gli altri eventi hanno il costo di 8 euro, 5 per bambini e over 65, mentre riduzioni (costo 7 euro) sono previste per i possessori di Younger Card e Carta Doc e i soci Coop Alleanza 3.0. Per info e prenotazioni si invita a contattare il teatro “Spazio Reno”: si può chiamare il numero 051.722700 o scrivere alla seguente email: teatrospazioreno@comune.calderaradireno.bo.it. Per la rassegna dialettale le prenotazioni si ricevono invece alla Biblioteca comunale “Rinaldo Veronesi” (via Roma 27), tel. 051.6461.247, email biblioreno@comune.calderaradireno.bo.it.

Il programma completo e tutte le informazioni sono reperibili sul sito del Comune www.comune.calderaradireno.bo.it nella sezione dedicata al teatro.