Apre conto corrente con assegno rubato: denunciato a Gualtieri


Sotto falso nome era riuscito ad aprire un conto corrente presso un istituto di credito di Gualtieri, sul quale aveva depositato un assegno di oltre 9.000 euro. La più classica delle truffe è stata scoperta dai Carabinieri della locale Stazione che, attivati dal direttore della filiale insospettitosi dal documento esibito dal fantomatico utente, hanno individuato le reali generalità dell’uomo che è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica.

I fatti risalgono al settembre del 2018. L’uomo si era presentato in banca con un assegno emesso da una compagnia d’assicurativa quale risarcimento in favore di un cittadino di Boretto, esibendo una carta d’identità, poi risultata contraffatta, intestata proprio al beneficiario del titolo. Assegno che era stato spedito al destinatario ma mai recapitato. Ottenuta l’apertura del conto, si era fatto poi autorizzare anche il sistema home banking tramite il quale avrebbe avuto accesso a tutte operazioni bancarie. Gli accertamenti del personale della banca avevano però generato sospetti sulla genuinità dell’operazione tanto che, dopo aver bloccato il conto, la vicenda era stata segnalata ai Carabinieri della locale Stazione che avevano avviato l’indagine, conclusa ieri con la segnalazione in stato di libertà di un 38enne della provincia di Napoli per i reati di ricettazione, tentata truffa e sostituzione di persona.