Sicurezza: Lega, “il Pd ci da ragione”


Si è svolto nella serata di ieri il consiglio comunale a Sassuolo, dove, a sorpresa, il PD cittadino ha scelto di schierarsi dalla parte del Carroccio in merito alla sicurezza.

Così, si impegnano Sindaco e Giunta, a farsi portavoce presso gli organi predisposti a tale iniziativa.

Innalzando la fascia delle questure, in base ai regolamenti vigenti, verranno inseriti in automatico più agenti per il controllo e la sicurezza del territorio, è infatti appurato che le piante organiche della Questura di Modena non risultano più sufficienti per un controllo meticoloso del territorio, stante il profondo cambiamento della nostra provincia in termini di aumento di tutti i dati che riguardano il numero dei reati commessi.

Come tutti sanno, questo è un tema che da sempre è molto sentito dalla Lega e lo sarà sempre di più considerata la variazione del tessuto sociale. Infatti, la nostra volontà è quella di andare in controtendenza rispetto alla “stagione delle depenalizzazioni” sostenuta dal PD e dai governi Renzi/Gentiloni, dove ben 41 tipologie di reati sono stati abrogati dal codice penale con il Decreto n.7 e n.8 2016.

Tra i tanti, reati contro il patrimonio, contro la fede pubblica, contro la pubblica sicurezza, reati di riciclaggio, di contrabbando e di fallimento.

Inoltre, sempre per mezzo dell’immigrazione clandestina e del traffico di esseri umani sostenuto da ONG e governi collaborazionisti proprio del PD, possiamo osservare un definitivo cambio del tessuto sociale, ora da monitorare con le giuste attività di prevenzione visti i diversi episodi di criminalità.

Incredibile che  il PD decida di votare a favore, appoggiando in toto questa nostra iniziativa relativa alla sicurezza, tema finora inesistente per loro. Ci fa piacere questa presa di coscienza, auspicando di avere il pieno appoggio anche sulle future iniziative visto che il tema è per noi di massima rilevanza.

Luca Volpari – segretario cittadino –  Giovanni Gasparini – capogruppo