Sgrida minore molesto e viene pestato dal padre


Si trovava all’interno del suo Bar, ubicato a Sant’Ilario d’Enza, quando, dopo aver notato all’esterno del locale un minore che infastidiva la sua clientela, decideva di recarsi all’esterno, con il solo intento di farlo allontanare. L’invito veniva disatteso dal minore, nonostante la “minaccia” di chiamare il 112.

Nel contempo sopraggiungevano altri due ragazzi, che si ponevano come il primo, davanti al bar motivo per cui il barista usciva nuovamente allontanandoli. Poco dopo giungeva nel bar un uomo i compagnia del figlio (il primo a essere stato molesto con la clientela del bar) che dopo aver invitato all’esterno il barista lo spintonava più volte e, senza ascoltare la vera versione dei fatti, lo colpiva con pugni in faccia continuando a prendere a calci sebbene il barista fosse finito a terra. Solo l’arrivo della moglie del barista faceva desistere l’aggressore che si allontanava.

Il barista rimasto a terra veniva quindi soccorso dai sanitari invitati dal 118 che lo conducevano presso il Pronto Soccorso dell’ Ospedale di Montecchio Emilia dove veniva dimesso con una prognosi di 15 giorni per un importante trauma cranico facciale da percosse. Sul posto intervenivano i carabinieri che avviavano le indagini che portavano ad identificare l’aggressore nell’ordino indagati. A carico dello stesso i carabinieri di Sant’Ilario d’Enza acquisivano incontrovertibili elementi di responsabilità per il reato di lesioni personali per la cui ipotesi veniva denunciato.