Guardia Medica: necessario telefonare. Da oggi non sarà più possibile accedere direttamente alle diverse sedi


Evitare gli assembramenti, soprattutto nei luoghi di assistenza sanitaria, è tra le più importanti regole di prevenzione per contenere la diffusione del Coronavirus. Proprio per questo, da oggi 6 marzo, non sarà più possibile accedere direttamente alle sedi di Continuità assistenziale (Guardia medica) della provincia di Modena per le visite ambulatoriali.

Il cittadino dovrà contattare telefonicamente la sede del Servizio di Continuità assistenziale più vicino a casa propria e seguire le indicazioni del medico, che valuterà se invitarlo a recarsi in ambulatorio (nelle sedi in cui è attivo), fornire un consulto telefonico o se invece si rende necessario effettuare una visita domiciliare. Stessa modalità operativa sarà adottata anche negli ambulatori “dei codici bianchi” e quelli gestiti dalle cooperative nei Distretti di Modena, Castelfranco, Mirandola e Carpi. Fuori dalle sedi sono stati disposti cartelli informativi per i cittadini con i numeri di riferimento.

Alla pagina dedicata del portale AUSL i numeri di telefono delle sedi di Continuità assistenziale: www.ausl.mo.it/guardiamedica