Lapam ha incontrato il sindaco di Serramazzoni


Lapam Serramazzoni, col segretario Francesco Monduzzi e col presidente della Zona del Frignano Marino Vignudini, ha incontrato il sindaco del Comune, Claudio Bartolacelli, e l’assessore al bilancio, Fabio Caselli. L’incontro è stato molto proficuo e ha permesso di mettere sul tavolo alcuni temi strategici per il rilancio dell’economia locale.

Lapam ha chiesto di portare avanti l’iniziativa ‘comune amico’, una proposta che l’associazione sta facendo per far sì che le amministrazioni locali e le imprese siano più vicine e la burocrazia venga alleggerita: il Comune di Serramazzoni sta già da ora lavorando in ottica di semplificazione, sia sotto il profilo dei regolamenti, sia per quanto concerne la possibilità di rateizzare i debiti contratti nei confronti dell’amministrazione, come Imu e imposte locali.

Il sindaco ha sottolineato come il comune di Serramazzoni abbia approvato il piano triennale delle opere pubbliche con diversi interventi in cantiere: il polo scolastico in via Brenta (con inizio lavori previsto per settembre 2020 prima dalle elementari e poi passando alle medie); il bando triennale per la piscina, comprendente (se possibile) anche l’area ex discoteca Riò che sarà destinata ad area relax; 70.000 euro investiti nella copertura della palestra.

Nell’incontro si è parlato però di altri due temi strategici. Il primo riguarda l’Unione dei Comuni del Frignano, su cui Serramazzoni ha perplessità in merito ad alcune gestioni associate, perplessità che Lapam ha condiviso. Di certo il tema è sul tavolo e deve essere affrontato apertamente.

L’altro aspetto fondamentale è il rilancio in chiave turistica di Serramazzoni, tra i progetti condivisi quello di una valorizzazione della via Giardini, insieme al comune di Maranello, la realizzazione di un centro di informazioni turistiche sulla Nuova Estense presso casa ex bacini montani e il prolungamento del percorso natura (anche per bike, ebike e running) da Gorzano fino alla località del ristorante Da Zona, presso il luogo dove dovrebbe sorgere l’ufficio informazioni turistiche.