Il vescovo Massimo Camisasca ha disposto la chiusura degli uffici della Diocesi


Con un decreto firmato in data odierna il vescovo di Reggio Emilia-Guastalla Massimo Camisasca ha disposto la chiusura di tutti gli uffici diocesani, stabilendo che fino a nuovo ordine i dipendenti e i collaboratori siano esentati dalla presenza sul luogo di lavoro, con l’attivazione di forme di “smart working” che evitino il contatto fisico tra le persone.

“L’aggravarsi della situazione sanitaria – scrive il vescovo Massimo nella lettera che accompagna il provvedimento, indirizzata alla Diocesi – ci impone provvedimenti coerenti e diretti alla protezione delle persone, specie di quanti operano nelle nostre strutture”.