Mirandola, emergenza coronavirus: ingresso vietato in parchi pubblici e cimiteri


A seguito dell’emergenza da Coronavirus COVID-19, il Comune di Mirandola ha deciso di vietare l’ingresso nei parchi pubblici e di chiudere tutti i cimiteri presenti sul territorio comunale. Le violazioni saranno sanzionate. Sarà invece limitato ulteriormente l’accesso da parte dei cittadini alle sede municipale, dal lunedì al sabato solo alla mattina. È quanto contenuto nell’ordinanza emessa oggi sabato 14 marzo 2020 dal sindaco Alberto Greco (ordinanza con decorrenza immediata e valevole fino al 3 aprile prossimo).

Il primo cittadino al fine di evitare ogni sorta di assembramento anche all’aperto – in applicazione delle misure di contenimento del contagio da COVID-19 estese su tutto il territorio nazionale – ha ritenuto importante vietare l’ingresso in tutti i parchi, giardini e aree verdi pubblici del territorio. Così come tutti i cimiteri, dal capoluogo a quelli delle frazioni, saranno chiusi e quindi non accessibili. Il rispetto di quanto previsto dall’ordinanza è fondamentale, sottolinea il Comune visto e considerato che i trasgressori quando colti in flagrante saranno sanzionati secondo quanto previsto dall’articolo 650 del Codice Penale.

Nuove limitazioni per i cittadini riguardano invece l’accesso in Comune. L’apertura al pubblico della sede municipale avverrà – con decorrenza da oggi, 14 marzo, fino al 3 aprile 2020 – dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 12.30, mentre resta attivo il servizio di centralino-uscierato dalle ore 7:30 alle ore 19:30 (dal lunedì al venerdì) e dalle ore 7:30 alle ore 13:30 (sabato).

Saranno garantiti inoltre nella fascia oraria di apertura al pubblico (Lu-Sa, 8:30 – 12:30) e nei giorni specificatamente indicati, servizi essenziali quali:

  • servizi demografici, nelle giornate di martedì, mercoledì, giovedì e sabato, limitatamente a dichiarazioni di nascita e riconoscimento, dichiarazioni di morte e successivi adempimenti, autorizzazioni di polizia mortuaria per lo svolgimento dei funerali, deposito delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT);
  • ufficio cimiteriale, dal lunedì al sabato, limitatamente all’organizzazione dei funerali;
  • per tutti gli altri servizi comunali il pubblico sarà ricevuto solo su appuntamento (da richiedere telefonicamente o in via telematica) ed unicamente per pratiche ed atti di carattere urgente ed improrogabile.

Resta attivo – dalle ore 8:30 alle ore 19:30 (da lunedì a venerdì) e dalle ore 8:30 alle 13:00 (il sabato) – e rivolto a tutta la cittadinanza il numero 0535 29535, destinato a fornire informazioni e chiarimenti in merito alle disposizioni di contrasto al COVID-19 ed alla loro corretta applicazione.