Il sindaco: “a Sassuolo 40 infetti di cui 5 in terapia intensiva, 70 in quarantena. State a casa!”


I cittadini di Sassuolo stanno rispondendo bene agli appelli ma è assolutamente necessario fare un ulteriore passo in avanti: occorre fare di più.

Solamente se tutti faremo la nostra parte, rimanendo in casa per evitare che il virus possa propagarsi, riusciremo ad uscire in fretta da questa situazione ed a tornare il più velocemente possibile alla normalità.

E’ giusto essere chiaro, anche perché i numeri più di ogni altra cosa possono fare capire ciò che sta succedendo.

A Sassuolo, ad oggi, ci sono circa 70 persone in isolamento a casa perché in “quarantena”.

Sono circa 40 le persone infette, più o meno gravemente, da Covid – 19: di queste, 18 sono ricoverate all’Ospedale e, tra questi ricoveri, 5 sono in terapia intensiva.

Purtroppo, nei giorni scorsi, si sono verificati anche 3 decessi di concittadini che avevano contratto il Covid-19.

Col Coronavirus non si può scherzare, di Coronavirus si può anche morire, specialmente se si è già fisicamente debilitati.

Fatelo per voi, fatelo per i vostri cari, anziani e non che hanno patologie in grado di debilitare il sistema immunitario, fatelo per i medici e gli infermieri che quotidianamente lavorano per salvarci la vita: rimanete in casa.

Sassuolo è sotto la media regionale, ma il “picco” potrebbe non ancora essere arrivato.

Rimanete in casa: uscite solo per lavoro, motivi di salute o comprovata necessità e urgenza. Se andate a fare la spesa non ammassatevi alle corsie: indossate le protezioni adeguate, mantenete le distanze dagli altri e, soprattutto, andate soli; uno per famiglia.

In questi giorni le Forze dell’Ordine stanno facendo tutti i controlli, la sola Polizia Municipale ha già segnalato una quindicina di persone uscite di casa o andate al parco, senza motivo.

Andare al parco, dalle 6 alle 8 e dalle 16 alle 18 è al momento ancora consentito, ma da soli: i gruppi di persone saranno sanzionati.

Ricordo che è consentito portare fuori il cane, rimanendo però nel raggio di 500 metri dalla propria abitazione e per il solo tempo necessario all’espletamento dei bisogni, evitando inoltre raggruppamenti di due o più persone con un solo cane.

Solamente rispettando le regole ne usciremo in fretta, solamente facendo il sacrificio di rimanere in casa eviteremo il dilagare del contagio.

Perché ognuno di noi vuole tornare alla normalità il più velocemente possibile e, tutti uniti, ce la faremo

Il Sindaco – Gian Francesco Menani