Le Aziende Sanitarie modenesi cercano medici, infermieri e tecnici


Nuovi medici, infermieri e tecnici radiologi per fronteggiare l’emergenza coronavirus. L’Azienda USL e l’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena hanno aperto da alcuni giorni le selezioni per reperire personale sanitario aggiuntivo, da impiegare immediatamente, con contratti libero professionali, nelle strutture ospedaliere della provincia. Tra questi vi sono anche medici in formazione: l’attuale normativa prevede, infatti, la possibilità di assunzione degli specializzandi del penultimo e ultimo anno.

In particolare, gli avvisi riguardano medici specialisti (anestesisti, pneumologi, internisti, geriatri, medici dell’emergenza-urgenza, radiologi e infettivologi), medici laureati e abilitati, ma senza specialità, personale infermieristico in generale e con esperienza lavorativa in Terapia intensiva, area critica ed emergenza, e personale tecnico di radiologia. A breve saranno avviate anche le ricerche di medici igienisti per far fronte alle numerose incombenze che fanno capo al Dipartimento di Sanità pubblica.

Tutti i bandi, raggiungibili dalla pagina dedicata sul portale Ausl e dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Modena, non hanno scadenza e sono aperti anche a personale in pensione, mentre i bandi per il personale medico sono rivolti anche a specializzandi all’ultimo o al penultimo anno di corso.

Le assunzioni di personale sono già cominciate nelle scorse settimane. L’Azienda Ospedaliero – Universitaria ha completato l’assunzione di 20 medici. Di questi, 3 sono specialisti (un in Malattie dell’Apparato Respiratorio, 2 in Malattie Infettive) con incarico a tempo determinato, cui si aggiungono 17 medici con contratto libero professionale. Di questi, uno ha già conseguito la specializzazione, e 16 sono specializzandi (di cui 14 iscritti all’ultimo anno e 2 al penultimo). A questi si aggiungono 3 medici in pensione (un infettivologo, uno pneumologo e un chirurgo) che presteranno la loro opera gratuitamente. L’Azienda ha poi assunto 80 operatori delle professioni sanitarie: 42 infermieri, 32 operatori sociosanitari, 1 tecnico di laboratorio, 5 tecnici di radiologia, alcuni direttamente, altri tramite l’agenzia interinale.

Al momento all’Azienda USL di Modena sono stati attivati 8 contratti per medici specializzandi. Ha assunto 79 operatori delle professioni sanitarie: 39 infermieri, 36 operatori sociosanitari, 2 tecnici di radiologia e 2 tecnici di laboratorio, alcuni direttamente, altri tramite agenzia interinale. Ad essi si aggiungono ulteriori 3 contratti libero professionali per infermieri.

Le assunzioni continueranno anche nei prossimi giorni in base all’evoluzione della situazione – spiegano la dottoressa Sabrina Amerio, Direttore Amministrativo dell’AUSL di Modena e il dottor Lorenzo Broccoli, Direttore Amministrativo dell’AOU di Modena – in base al fabbisogno che sarà determinato dall’evoluzione dell’epidemia, tenendo presente che sin dall’inizio abbiamo riassegnato ai reparti più coinvolti medici e infermieri riorientati nelle loro attività a seguito della riduzione dell’attività chirurgica e ambulatoriale”.