Covid19: controlli congiunti a Sassuolo. Domenica otto denunce della Municipale


Domenica scorsa, 22 marzo, sono svolti accurati servizi, concordati e disposti dalla Questura di Modena, in esito al rispetto delle misure di contrasto alla diffusione del contagio del COVID 19. In particolare gli operatori della Polizia Municipale di Sassuolo hanno assicurato il presidio di Parchi, Piazze e Giardini pubblici del Comune capoluogo e delle frazioni di San Michele e Montegibbio.

Sono state denunciate 8 persone ai sensi dell’art. 650 C.P, per inosservanza delle misure di contenimento e contrasto del contagio, attualmente vigenti.

“Dopo una prima fase di informazione relativa ai vari divieti – sottolinea il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani – abbiamo iniziato con le denunce: queste persone, dopo essere state avvisate una prima volta, sono state sorprese una seconda a violare i divieti. Di fronte all’incolumità della persone non si possono fare eccezioni: occorre rispettare le regole. Ora tutti sanno, nessuno può affermare di non conoscere i divieti: i controlli saranno ulteriormente intensificati e, chi non rispetterà le regole, verrà sanzionato e denunciato”.

Si segnala inoltre che, compatibilmente con lo sforzo prodotto a causa dell’emergenza Coronavirus, l’Ufficio di Polizia giudiziaria della Municipale ha deferito all’ Autorità Giudiziaria M.A., di anni 20, originario del Marocco e già residente a Sassuolo, per il reato di furto aggravato in quanto nelle scorse settimane si era introdotto all’interno di un esercizio commerciale ubicato in centro storico ed aveva sottratto delle bottiglie di liquore, fuggendo dal locale dopo aver strattonato l’esercente. Le indagini svolte hanno seguito la traccia perseguita in analoghi episodi di illegalità da parte di gruppi giovanili ed hanno portato alla identificazione del responsabile.

“Purtroppo non sono episodi nuovi in città – conclude il Sindaco – e le forze dell’Ordine, nonostante il periodo di emergenza, non abbassano certo la guardia su questo tipo di reati e, per questo, li ringrazio”.