Online i Musei civici di Modena


Fumettisti italiani in rete, sui social dei Musei civici di Modena, per animare online una mostra che non si può visitare fisicamente e sostenere con simpatia il pubblico. Sono iniziate le adesioni alla campagna di post sui social network al via giovedì 26 marzo, dedicata alla mostra in corso “Anni molto animati. Carosello, SuperGulp!, Comix”, su fumetto e animazione made in Modena. Sono, tanto per incominciare, Bonfa (Massimo Bonfatti), Clod (Claudio Onesti), Buffo (Cesare Buffagni), Michele Bernardi, Andrea Chiesi (fumettista e illustratore all’inizio della sua carriera), fino a Guido De Maria. A questi si aggiungono virtualmente altri storici protagonisti della “scuola” modenese scomparsi, come Paul Campani e Secondo Bignardi, che rivivranno attraverso un’inedita riproposizione dei loro personaggi.

“In questi giorni difficili contrassegnati dalla parola d’ordine #iorestoacasa – spiega Andrea Bortolamasi, assessore alla Cultura – i nostri Istituti culturali, e tra loro i Musei civici, arricchiscono di contenuti i loro canali social media per mantenere vivo il contatto con i cittadini grazie alle finestre digitali che si possono aprire, invitando anche ad interagire per mantenere un senso di comunità intorno alla Cultura”.

I Musei civici di Palazzo dei Musei, infatti, chiusi al pubblico per le misure di contenimento del contagio da Coronavirus, continuano a lanciare nuove modalità di fruizione dei patrimoni e delle mostre su internet. Con questa iniziativa, proprio per sottolineare la centralità degli autori nel percorso espositivo, le cui personalità e modi di essere sono alla base della loro opera, i Musei hanno chiesto loro di offrire un contributo originale, che se da un lato rimanda alla mostra, dall’altro è un messaggio sulle difficoltà del momento, tradotto nelle forme di fumetto, animazione e battuta. Linguaggi contrassegnati a Modena da uno spirito umoristico e per questo, forse, ancor più capaci oggi di rafforzare la loro carica positiva.

A partire da giovedì, sulla pagina Facebook dei Musei civici, si alterneranno così disegni e brevi video creati per l’occasione Un modo dunque col quale anche il mondo dell’arte e della creatività, in questo momento difficile, ci offre un sorriso.

 

IL PALINSESTO SOCIAL DELLA SETTIMANA

Pillole su Facebook per le mostre a Palazzo dei Musei su Egitto e fumetto e per la Terramara

Accogliendo e sostenendo l’invito a non uscire se non per necessità, per aiutare i cittadini a passare più tempo coi propri cari e con se stessi, i Musei Civici propongono su Facebook e Instagram (per entrambi museicivicimodena) una serie di pillole con filmati e immagini dalla mostra “Anni molto animati, Carosello Supergulp! Comix”.

E gli stessi canali social media proporranno anche questa settimana, dopo la prima d’esordio, una sorta di palinsesto giorno per giorno articolato da mercoledì a domenica con proposte relative anche alla mostra “Storie d’Egitto”, al sito Unesco di piazza Grande patrimonio dell’umanità con Duomo e Ghirlandina, e al Parco archeologico della Terramara di Montale (www.parcomontale.it).

Mercoledì 25 marzo i social dei Musei civici metteranno online post dedicati al Sito Unesco e al Parco archeologico; giovedì 26 parte la nuova iniziativa social con i fumettisti, legata alla mostra “Anni molto animati. Carosello, SuperGulp!, Comix”; venerdì 27 sono in calendario video e approfondimenti sulla mostra “Storie d’Egitto”, mentre sabato 28 marzo ritorna protagonista “ Anni molto animati”. Domenica, infine, nuove proposte legate all’archeologia sperimentale alla Terramara di Montale, che proprio domenica avrebbe dovuto aprire al pubblico per la stagione primaverile.

Informazioni online sul sito dei Musei civici (www.museicivici.modena.it).