Polizia provinciale, controlli anche in aree verdi e percorsi turistici in Appennino, ciclista multato a Zocca


Nel fine settimana la Polizia provinciale concentra i controlli sul rispetto delle restrizioni previste per il contenimento della diffusione dell’epidemia Covid-19 alle aree verdi, percorsi natura compresa la viabilità secondaria, anche in Appennino.

Nell’ambito di questa attività, nella mattina  di oggi, sabato 4 aprile, una pattuglia ha sorpreso, vicino a Zocca, un cittadino residente nel comune, in bicicletta lungo un percorso nel bosco, ai margini della viabilità principale, senza un giustificato motivo; la sanzione amministrativa è stata di 533 euro.

Come sottolinea Patrizia Gambarini, comandante della Polizia provinciale, con il coordinamento della Prefettura «controlliamo anche le zone verdi e i percorsi turistici e sentieri in montagna, molto frequentati in situazioni normali,  soprattutto nel fine settimana e in questo periodo con il meteo favorevole. Ovviamente in questa fase di emergenza, le regole di contenimento vanno rispettate in tutte le aree del territorio».

In questi ultimi giorni la Polizia provinciale ha eseguito oltre 150 controlli sul rispetto dei decreti per il contenimento della diffusione dell’epidemia Covid-19 a Modena, nella zona del parco Amendola, nei parchi, percorsi natura e ciclabili a Bastiglia, Bomporto, Castelnuovo Rangone, Castelvetro, S.Cesario, Montese e Zocca senza rilevare situazioni critiche.

Attualmente il corpo di Polizia provinciale è composto da 20 agenti.